Crisi Milan, chi ha più colpe? I risultati del sondaggio

Ieri vi abbiamo posto la domanda su chi fossero le colpe maggiori di questa crisi del Milan. I lettori di MilanLive.it si sono espressi: ecco il risultato del sondaggio. 

Paolo Maldini Marco Giampaolo Zvonimir Boban
Paolo Maldini, Marco Giampaolo e Zvonimir Boban (foto AC Milan)

La domanda era semplice. Ieri vi abbiamo chiesto chi avesse le colpe maggiori di questa crisi d’inizio stagione del Milan. Avete risposto in tanti al sondaggio su Twitter e in molti avete commentato anche sul profilo Facebook e Instagram.

Non era risposta facile da dare, in quanto erano possibili mille sfaccetature. Poi si tratta di quelle domande che spesso lasciano spazio ad analisi dettagliate. Spesso la verità sta sempre nel mezzo, e colpevolizzare una parte piuttosto che l’altra rischia di essere controproducente.

Genoa-Milan, le probabili formazioni: due opzioni per Giampaolo

Crisi Milan: ecco i risultati del sondaggio!

Analizziamo nel dettaglio le percentuali di voto sulle tre opzioni proposte, che riguardavano la società (Elliott, Maldini e Boban su tutti), i calciatori e l’allenatore:

SOCIETA’ – Il 33% dei votanti ha scelto loro come principale artefice della crisi rossonera. Sia Elliott che la dirigenza scelta che parte da Gazidis, e finisce con Maldini, Boban e Massara.

GIOCATORI – Il 27% ha incolpato il rendimento dei singoli calciatori come problema della crisi di questo Milan. Va detto che in campo vanno loro, e a prescindere da come vengano disposti, le principali colpe di una sconfitta sarebbero loro. Eppure i votanti hanno dato meno colpe ai calciatori piuttosto che a società e allenatore.

GIAMPAOLO – Il 40% di chi ha votato, conviene nell’assegnare le colpe maggiori all’allenatore. Come spesso accade nel calcio, sono loro i primi ad essere messi in discussione quando le cose vanno male. Purtroppo a Giampaolo non è andata bene ultimamente: scelte discutibili dei titolari, nella gestione dei cambi e troppe incertezze su moduli e movimenti.

Milan, confronto classifiche: Gattuso-Giampaolo, 3 punti di differenza