Milan-Inter, nuovo stadio: in Consiglio Comunale prevale il no

News Milan Inter: all’interno del Consiglio Comunale di Milano sembra esserci contrarietà al progetto dei club di costruire un nuovo stadio in zona San Siro.

Nuovo stadio San Siro, progetto Populous
Nuovo stadio San Siro, progetto Populous (Foto CorSport)

Che il cammino verso la costruzione di un nuovo stadio avesse degli ostacoli era qualcosa di noto. Milan e Inter sono a conoscenza del fatto che a Milano il loro progetto non è ben visto da tutti nelle istituzioni.

Qualcuno è contrario ad abbattere il Giuseppe Meazza per ragioni “romantiche” e altri perché ritengono possa ancora essere un impianto top dopo dei lavori di ristrutturazione. Non manca chi, pur aprendo a una nuova opportunità, non è convinto dai piani dei due club per valorizzare l’area di San Siro e vuole chiarimenti ulteriori. Ci sono più posizioni e ottenere un via libera non sarà facile.

Nuovo stadio, il Consiglio Comunale contro Milan e Inter?

Oggi Il Sole 24 Ore riporta che all’interno del Consiglio Comunale di Milano su 48 membri in 20 sono chiaramente contrari al progetto stadio, 7 si dichiarano tendenzialmente non favorevoli, 19 sono indecisi e aperti al dialogo e 2 sono favorevoli. Lega Nord e liste civiche di sinistra dicono no, così come Forza Italia (tranne un’eccezione). Molti indecisi nel Partito Democratico e in altre liste.

Entro metà ottobre dovrebbe arrivare il voto del Consiglio Comunale per dichiarare il “pubblico interesse” o meno del progetto di Milan e Inter. Prima Palazzo Marino approverà il Pgt (Piano di Governo Territoriale), poi sarà la volta dello stadio. La legge sugli stadi non prevede l’obbligo di passare dal Consiglio Comunale in questa fase preliminare, però l’amministrazione ha preferito avere un via libera in modo tale da escludere qualsiasi ambiguità o incertezza. La Giunta poi darà il suo parere sulla base dell’indirizzo avuto dai consiglieri.

Milan e Inter in caso di rifiuto, non intendono comunque investire nella ristrutturazione del Giuseppe Meazza. L’idea rimarrebbe comunque quella di costruire un nuovo stadio, anche in un luogo diverso da San Siro e da Milano eventualmente. Il piano B di cui si parla con insistenza è Sesto San Giovanni nelle ex aree Falck. Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di MilanoSesto, ha già dichiarato di essere pronto ad ospitare l’impianto dei club.

Genoa-Milan, possibile chance per Rebic: Piatek rischia