Home Milan News Pobega, il talento scuola Milan che sta stregando Pordenone

Pobega, il talento scuola Milan che sta stregando Pordenone

Uno sguardo sul talento di proprietà Milan che sta facendo molto bene in Serie B con la maglia del Pordenone, rivelazione del torneo.

Pobega Pordenone
Tommaso Pobega (©Getty Images)

Sono diversi i talenti scuola Milan che attualmente sono in giro per l’Italia, e non solo, in prestito per cercare di farsi le ossa e mettersi in mostra nel calcio che conta.

Uno di questi è Tommaso Pobega, centrocampista classe 1999 cresciuto nel settore giovanile del Milan, dove è sempre stato considerato come una sorta di predestinato.

Il ventenne nativo di Trieste è alla sua seconda esperienza lontano da Milanello: dopo il prestito alla Ternana dello scorso anno, sta ben figurando quest’anno con la maglia del Pordenone, in Serie B.

Ex Milan – Gattuso rifiuta l’offerta della Sampdoria

Milan, guarda Pobega: il classe ’99 è la rivelazione della B

Una vera e propria sorpresa nella formazione di Attilio Tesser: il giovane Pobega sta figurando alla grande tra le fila neroverdi, schierato con costanza nella squadra titolare.

Pobega è un centrocampista centrale che sa giocare bene il pallone e fornire passaggi vincenti e decisivi; per lui parla lo score personale in Serie B, ovvero sei presenze, tre gol e due assist. Insomma numeri da veterano, o meglio, da leader di una squadra di primo piano.

Il suo Pordenone è attualmente in zona-playoff: ottavo in classifica con 11 punti in sette incontri, bottino molto positivo per una squadra neopromossa imbottita di giovani talenti e di calciatori in cerca di riscatto.

Pobega, formatosi sotto l’egida di Rino Gattuso nel Milan Primavera, è soprannominato Harry Potter dal suo compagno di squadra Chiaretti, perché quando non è in campo indossa i classici occhiali da ‘secchione’. In effetti il ragazzo triestino è un primo della classe, soprattutto quando c’è da giocare a pallone.

Un bene per il Milan, che lo osserva da vicino e si auspica possa continuare senza problemi il suo percorso di maturazione. Un talento giovane, sfrontato e già leader farebbe molto comodo nel centrocampo rossonero dell’immediato futuro.

Galliani, il figlio: “Dirigenti strapagati scaricano responsabilità sull’allenatore. Save ACMilan!”