Home Calciomercato Milan Milan, Giroud in scadenza: ma c’è anche l’Inter

Milan, Giroud in scadenza: ma c’è anche l’Inter

Giroud è stato spesso accostato al Milan di recente. Il suo nome però è sul taccuino anche dell’Inter. Potrebbe aprirsi un derby di mercato.

calciomercato milan l'inter su giroud
Olivier Giroud (©Getty Images)

C’è sempre tanta attenzione per quei calciatori in scadenza di contratto a giugno 2020. In questo momento il calciomercato è l’ultimo pensiero del Milan, ma la società è comunque vigile ad eventuali occasioni, così come lo sono anche le altre.

I rossoneri sono a cacca di giocatori di esperienza. Di recente si è parlato di Olivier Giroud, oggi in forza al Chelsea e vincolato fino al termine della stagione. Utilizzato pochissimo da Frank Lampard (mentre con Maurizio Sarri si era ritagliato uno spazio importante) non è da escludere un addio già a gennaio. Per caratteristiche si sposa perfettamente con il calcio italiano. Il Milan, quindi, lo tiene d’occhio, ma non è l’unico club sulle sue tracce.

Calciomercato Milan, l’Inter su Giroud

Oltre ad altre squadre inglesi, su Giroud ci sarebbero anche le attenzioni dell’Inter. Romelu Lukaku è una certezza per Antonio Conte, ma dal Manchester United è arrivato in condizioni fisiche non ottimali. Ci vorrà del tempo per raggiungere la miglior forma possibile. Intanto in queste ore è arrivata anche la notizia dell’infortunio di Alexis Sanchez, ora a Barcellona per decidere se operarsi o meno. Ecco perché la società vuol ricorrere ai ripari sul mercato e il francese è una ghiotta occasione.

Infatti Giroud si sposa bene con lo stile di gioco di Conte. Un attaccante completo, che fa un ottimo lavoro sporco e di sponda ma che sa anche giocare il pallone. Una versione di Lukaku con più esperienza e meno potenza, ma con ottime doti tecniche, fisiche e di personalità. Non è da escludere quindi che a gennaio possa aprirsi un derby di mercato, con il Milan che parte sicuramente svantaggiato. L’Inter quest’anno lotterà per il titolo e questo è uno stimolo in più per qualsiasi obiettivo. In più la società rossonera non ha grande disponibilità economica per gli stipendi.

Ancelotti-De Laurentiis, è rottura? I milanisti sognano il ritorno