Milan-SPAL, dubbio Suso: Pioli potrebbe confermarlo, le ultime

Castillejo o Suso? Ci sono ancora dubbi su chi giocherà a destra in attacco stasera. Pioli potrebbe confermare ancora il numero otto.

Jesus Suso
Jesus Suso (©Getty Images)

Fra qualche ora il Milan scenderà in campo a San Siro contro la SPAL e ci sono ancora dubbi di formazione. Ieri Samu Castillejo sembrava in vantaggio su Jesus Suso per una maglia da titolare, adesso invece pare che l’ex Liverpool potrebbe essere confermato ancora.

Stando a quanto riporta Sportmediaset, Stefano Pioli infatti starebbe pensando di confermarlo nell’undici titolare di questa sera. Una possibilità che i tifosi sperano non si realizzi. L’allenatore lo ha difeso ancora in conferenza stampa perché chiede di parlare del collettivo e non del singolo. Ma ad oggi giocare con Suso è come avere un uomo in meno in campo. Non riesce in niente di quello che fa; sta facendo fatica anche a rientrare sul sinistro perché ormai i difensori avversari lo conoscono a memoria. Sarebbe il caso di provare a giocare senza di lui, ma su questo c’è ancora qualche dubbio.

Milan-SPAL, altra chance per Suso?

Come detto, ieri sembrava una possibilità molto concreta, con Castillejo in vantaggio nel ballottaggio. Oggi, invece, si parla nuovamente di Suso titolare. Probabilmente ci toglieremo il dubbio soltanto un’ora prima del match, quando il Milan renderà nota la formazione titolare scelta da Pioli. Per il momento non possiamo fare altro che ipotizzare quanto succederà questa sera. Suso dovrebbe giocare quindi, ma occhio a possibili variazioni da qui alla partita.

Castillejo e Suso occupano la stessa posizione e hanno un’interpretazione del ruolo molto simile. Cambiano però le caratteristiche. Con Samu il Milan potrebbe guadagnarne in ampiezza e in velocità, mentre Jesus è più lento ma più abile nello stretto. Che giochi uno o l’altro, non ci saranno cambiamenti tattici. Il mister riproporrà il 4-3-3 che, in fase di possesso palla, si trasforma in 3-4-2-1. Piatek dovrebbe scendere in campo dal 1′ al posto di Leao, che ha deluso Pioli a Roma.

Modric, confronto con Boban: Gazidis fa ancora muro