Milan, ora la svolta: bisogna dare un senso alla stagione

Milan-Napoli, un banco di prova da non fallire per Stefano Pioli e Carlo Ancelotti. Il Diavolo dovrà inevitabilmente battere il suo vecchio e amatissimo maestro per uscire definitivamente dal tunnel. 

Musacchio Romagnoli Biglia allenamento Milanello
Musacchio, Romagnoli e Biglia a colloquio con Pioli (Foto AC Milan)

Milan-Napoli, tutti spalle al muro. Al di là dei 60 mila spettatori, sarà la sfida dei delusi stasera a San Siro. Come evidenzia il Corriere della Sera oggi in edicola, due numeri su tutti descrivono la reale situazione di entrambe le squadre: i 13 punti dei rossoneri e i 19 degli azzurri. Per un totale di 32 punti, ossia i punti della Juventus.

Ecco perché nessuno può sbagliare stasera alla scala del calcio. Un dannato incrocio di destini, col Diavolo chiamato a battere il vecchio e amatissimo maestro Carlo Ancelotti per provare a uscire da questo tunnel e dare un senso alla stagione. Il Milan, infatti, è ancora alla ricerca di una svolta. Con Stefano Pioli qualche miglioramento si è visto, ma soltanto nel gioco e non nei risultati come testimoniano le 3 sconfitte nelle ultime 4 partite.

Il sogno legato a Zlatan Ibrahimovic scalda gli animi, ma gennaio è ancora lontano e occorrerà iniziare a smuovere la classifica fino ad allora. La corsa per l’Europa è infatti affollata, nessuno aspetta e scattare con un grave ritardo potrebbe essere ormai troppo tardi. La buona prestazione con la Juve sembra aver infuso un po’ di entusiasmo, ma ora servirebbe la grande conferma. Quella che solo una vittoria importante può dare.

Milan-Napoli, probabili formazioni: in attacco ci sarà Bonaventura