Home Calciomercato Milan Gazzetta – Piatek avvisa il Milan: niente cessione a gennaio

Gazzetta – Piatek avvisa il Milan: niente cessione a gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57

Calciomercato Milan: con l’arrivo di un nuovo attaccante, Krzysztof Piatek potrebbe essere di troppo. Ma il polacco vuole rimanere in rossonero almeno fino a giugno.

Krzysztof Piatek AC Milan
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

Krzysztof Piatek non segna più. In una squadra come il Milan, piena di problematiche sin dal ritiro estivo, avere un attaccante che non la butta dentro praticamente mai diventa dura rialzarsi e tornare a vincere.

Come se non bastasse, nemmeno le prestazioni sono di livello. Errori banali, zero assist e poca assistenza per i compagni fanno di Piatek un peso più che una reale “minaccia” per gli avversari. I tifosi cominciano a farsi domande sul futuro del polacco, così come la dirigenza che sta correndo ai ripari per gennaio. Zlatan Ibrahimovic è il sogno, e già da una settimana sono stati avviati i contatti con Mino Raiola.

Milan, Piatek ha deciso il suo futuro

E con l’arrivo dello svedese, il polacco rischia seriamente il posto. Secondo i colleghi di Gazzetta.it però Piatek non vuole lasciare il Milan a gennaio: “In una fase così delicata della sua carriera vuole avere a disposizione tutto il tempo possibile per riflettere. In estate magari chissà, ma nella prossima sessione invernale Piatek non vorrebbe muoversi. L’ipotesi prestito, o addirittura prestito al Genoa, non sono d’attualità”.

Situazione che anche il Milan dovrà valutare da qui a gennaio. A Piatek restano poche partite prima dell’inizio della sessione invernale di calciomercato per far cambiare idea alla dirigenza, ammesso e non concesso che in via Aldo Rossi abbiano davvero scelto di lasciar partire Piatek. Vedremo già dalla prossima sfida in casa del Parma se il polacco ritroverà la via del gol. Da valutare se Stefano Pioli lo schiererà ancora da titolare, ma a prescindere da questo è importante che (anche da subentrato, eventualmente) Krzys dia il massimo e aiuti la squadra a tornare alla vittoria.

Milan, l’app creata da Pioli: cos’è e come funziona