Piatek, crisi senza fine: out in Parma-Milan?

Krzysztof Piatek non è più sicuro del posto da titolare in rossonero e rischia non solo la panchina, ma anche un’eventuale cessione a gennaio.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

C’era una volta un centravanti di spessore, che faceva del senso del gol e della concretezza le sue armi migliori, in qualsiasi squadra giocasse.

Oggi Krzysztof Piatek è lontano parente del ‘Pistolero’ ammirato prima a Genova e poi dalle parti di Milanello, un attaccante che fino a sei mesi fa era considerato persino un possibile erede dei grandi centravanti milanisti del passato.

Il numero 9 segna poco e gioca male: anche sotto l’egida di Stefano Pioli il polacco non è riuscito ad esprimersi finora alla grande. Non è un caso se il tecnico, appena sbarcato a San Siro, scelse per due partite consecutive (contro Lecce e Roma) di tenere Piatek fuori dai titolari, puntando invece sulla verde di Rafael Leao.

E come scrive il Corriere dello Sport, Piatek rischia la terza esclusione nel giro di poche settimane: in vista di Parma-Milan il calciatore classe ’95 potrebbe partire dalla panchina, visto che nelle ultime sfide ha confermato solo la sua scarsa vena realizzativa.

Le parole di Pioli suonano come una mezza sentenza: “Piatek non è in discussione, ma devo decidere in settimana se puntare ancora su di lui o fare altre valutazioni”. Un ultimatum che passa dunque anche dall’impegno che Piatek metterà in allenamento.

E non finisce qui: se il polacco continuasse a deludere, oltre alla panchina potrebbe rischiare un taglio netto a gennaio sul mercato. Sempre che qualche club italiano o estero faccia proposte concrete per un attaccante così svalutato.

Milan, da Gosens a Dijks: i possibili obiettivi per sostituire Rodriguez