Bologna-Milan: daspo di 5 anni all’ultrà rossonero per la coltellata

Bologna Milan ultras
(©Getty Images)

Daspo di 5 anni per il “tifoso” rossonero che aveva accoltellato un altro milanista dopo la partita Bologna-Milan presso lo stadio Renato Dall’Ara. La questura emiliana ha emesso il proprio verdetto, che prevede l’obbligo di firma in occasione di ogni partita della squadra di Stefano Pioli.

Il colpevole è un mantovano di 34 anni, era già stato individuato e denunciato dalla Digos per lesioni gravissime e porto d’armi. Disponeva di un coltello a serramanico quando è stato fermato dagli agenti. Come riportato da Il Resto del Carlino, sembra che oltre alla lama avesse anche i vestiti sporchi di sangue.

Era arrivato da Mantova con un bus di tifosi rossoneri e all’uscita dallo stadio Renato Dall’Ara ha colpito al fianco destro e allo sterno un 35enne del gruppo ultrà ‘Nervi Tesi’. Quest’ultimo è stato ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna: prognosi di 30 giorni. La Polizia, anche attraverso l’utilizzo delle immagini video, si sta occupando di capire in modo chiaro la dinamica e responsabilità di quanto avvenuto.

Quanto vale il Milan? KPMG stila la classifica europea: rossoneri dietro a Juventus, Inter e Napoli