SONDAGGIO – Calabria o Rodriguez terzino sinistro?

Sondaggio prima di Atalanta-Milan. Con Theo Hernandez squalificato, Stefano Pioli chi dovrebbe schierare da terzino sinistro, Davide Calabria o Ricardo Rodriguez

Davide Calabria Ricardo Rodriguez
Davide Calabria & Ricardo Rodriguez (©Getty Images)

Il Milan domenica sarà ospite a Bergamo dell’Atalanta, anticipo domenicale della 17.a giornata di Serie A: calcio d’inizio fissato alle 12:30. Un dubbio su tutti per Stefano Pioli, il ruolo di terzino sinistro.

Premettiamo che non sarà facile per nessuno sostituire, insieme, il miglior terzino della Serie A, il miglior marcatore e giocatore del Milan, ovvero Theo Hernandez. Il francese diffidato, si è beccato un giallo (ingiusto peraltro) in Milan-Sassuolo e dunque guarderà dalla tv Atalanta-Milan.

Calabria-Rodriguez terzino sinistro: vota il sondaggio!

Per Stefano Pioli non sarà facile scegliere, anche se l’opzione potrebbe essere scontata per certi versi. Il nome che subito viene in mente è il sostituto naturale di Hernandez, ovvero Ricardo Rodriguez.

In realtà lo svizzero si porta dietro due problematiche non di poco conto:
1) La forma fisica. Rodriguez non gioca una partita dal 21 settembre scorso, sciaguarata peraltro perché era il derby. Poi è sempre stato in panchina, con in mezzo anche due infortuni: prima agli adduttori, poi al collaterale mediale.
2) Il calciomercato. Il terzino elvetico è dato in uscita da tutti, e c’è stata anche un’offerta concreta del Fenerbahce: solo in prestito, e quindi rifiutata dal Milan. Ma il suo addio pare possa concretizzarsi già a gennaio.

E a questo punto subentra il nome di Davide Calabria. Non gioca da qualche settimana, con Andrea Conti che gli ha “rubato” la titolarità a suon di ottime partite. Ma Calabria è stato utilizzato anche da centrocampista in Milan-Lazio.

E dunque Pioli ha fiducia in lui, e non è da escludere che possa adattarlo da terzino sinistro. Un ruolo in passato ricoperto per qualche partita da Calabria, dunque non completamente inedito.

MILAN PRONTO A CHIUDERE PER OMERAGIC: I DETTAGLI