Kessie, crescita zero in tre stagioni di Milan: quale futuro per lui?

Al Milan tanti giocatori stanno deludendo e tra questi c’è Franck Kessie, arrivato dall’Atalanta nel 2017 per essere un pilastro e messo oggi in discussione.

Franck Kessie AC Milan
Franck Kessie (©Getty Images)

Il Milan in questa stagione sta deludendo tantissimo, nessuno poteva pensare che si sarebbe verificato l’attuale scenario. Sia come gruppo che nei singoli non c’è stata la crescita attesa.

Sono veramente in pochissimi a salvarsi in questi mesi di risultati fallimentari. Nella lista dei bocciati c’è sicuramente Franck Kessie, che da quando ha messo piede a Milanello non ha avuto la maturazione che ci si attendeva. Nonostante il buon potenziale mostrato nell’Atalanta e nelle prime apparizioni in maglia rossonera, oggi l’ivoriano non è ancora quel centrocampista che molti pensavano potesse diventare.

Milan, Kessie tra salto di qualità e cessione: che futuro?

Va detto che ha 23 anni, dunque un’età che gli permette di avere notevoli margini di miglioramento ancora. Inoltre bisogna aggiungere che il Milan in queste stagioni non è stata la realtà migliore per valorizzare giocatori. Tuttavia, era lecito attendersi qualcosa in più da Kessie. Come diversi altri suoi compagni, ha avuto alcune singole prestazioni di buon livello in mezzo a tante altre negative.

L’ex Atalanta ha mezzi fisici importanti e dovrebbe sfruttarli in maniera più efficace. Tatticamente e tecnicamente deve fare passi avanti. Ancora troppi gli errori commessi. Ha fatto vedere di avere troppi limiti quando spinge dalla trequarti in su, anche se gli inserimenti dovrebbero essere un suo valore aggiunto. Difetta in precisione palla al piede in determinati momenti. Meglio quando ha compiti maggiormente difensivi, da mediano puro.

Alcuni suoi comportamenti non sono piaciuti. Non solo atteggiamenti durante le partite, anche altro. Basti pensare alla lite con Lucas Biglia nel derby contro l’Inter nella passata stagione. O l’esposizione della maglia di Francesco Acerbi assieme a Tiemoué Bakayoko dopo un Milan-Lazio. Senza dimenticare che Stefano Pioli non lo ha convocato per motivi tecnici per la trasferta di Torino contro la Juventus. Condotta non impeccabile la sua.

Il suo futuro al Milan è incerto. Se dovesse arrivare un’offerta da almeno 25 milioni di euro, non è escluso che il club rossonero possa pensare alla cessione. Kessie ha detto di voler rimanere a lungo a Milano, però la dirigenza farà le proprie valutazioni e deciderà in base alle proposte che arriveranno. In estate Wolverhampton e Monaco si erano fatti avanti, ma le trattative non sono poi sfociate in un accordo. Non rimane che attendere l’apertura del mercato di gennaio 2020.

Matteo Bellan