Tuttosport – Raiola punge il Milan: si complica il rinnovo di Donnarumma

Mino Raiola sembra avere poca fiducia nel progetto rossonero attuale. Ecco perché il rinnovo di Gianluigi Donnarumma è più difficile.

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma
(©Getty Images)

Non filtra troppo ottimismo in casa Milan riguardo al futuro in maglia rossonera di Gianluigi Donnarumma.

Lo scrive oggi Tuttosport, che indica Mino Raiola come causa scatenante di questo pessimismo. Il solito vulcanico agente infatti, qualche giorno fa, si è espresso in maniera evidentemente negativa sui progetti del Milan.

Non voglio creare alcun tipo di polverone, andiamo avanti altri due anni – ha affermato Raiola venerdì sera, punzecchiando poi il Milan – Non mi piace il progetto. Non credo che questo sia il Milan che il mondo conosce e non credo che sia la squadra che Maldini e Boban sognano”.

Sfiducia nella proprietà che inevitabilmente frena le chance di un rinnovo contrattuale di Donnarumma. Il portiere del Milan ha un accordo valido fino al giugno 2021. Il tempo comincia a stringere, i dirigenti rossoneri vogliono provare ad imbastire una trattativa per prolungare il suo contratto.

Troppe però le attuali discordanze: il Milan offrirebbe a Donnarumma un ingaggio simile a quello in essere (6 milioni netti o anche meno), Raiola invece spingerà per un aumento dello stipendio, almeno a 7 milioni.

Le casse di via Aldo Rossi non consentono per ora movimenti esagerati, anche nel monte-ingaggi. Inoltre le perplessità dell’agente sui progetti tecnici rischiano seriamente di minare la permanenza di Donnarumma a Milanello.

Il Milan sa come muoversi: urge sedersi al tavolo con Raiola per cercare di trovare un accordo. Se non dovesse andare in porto tale dialogo, sarà naturale e obbligatorio cercare acquirenti per Donnarumma a partire dalla prossima estate.

Suso, addio vicino. E il Milan vira su Florentino