Home Editoriali Milan, rischia di pesare la mancanza di un vice Ibrahimovic

Milan, rischia di pesare la mancanza di un vice Ibrahimovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49

In Milan-Verona si è sentita l’assenza di un sostituto di Zlatan Ibrahimovic, out a causa dell’influenza. Col tempo non aver preso un rimpiazzo di Krzysztof Piatek può pesare.

Zlatan Ibrahimovic Milan
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il Milan nel calciomercato di gennaio ha deciso di non prendere nessun centravanti per sostituire Krzysztof Piatek, volato in Germania per giocare nell’Hertha Berlino. Una scelta un po’ discussa da media e tifosi, dato che di conseguenza manca un vice di Zlatan Ibrahimovic.

Nella partita pareggiata 1-1 ieri contro il Verona l’assenza dello svedese si è fatta sentire e Stefano Pioli non aveva nessuna prima punta per rimpiazzarlo. Ha schierato la coppia Rebic-Leao, che però non ha messo in campo una prestazione positiva. Entrambi agiscono meglio da seconda punta e hanno faticato anche a dialogare ieri.

Il Milan era senza un punto di riferimento in attacco e questo ha creato dei problemi. Nell’arrembaggio finale sarebbe servito un centravanti alto e che potesse rendersi pericoloso di testa, oltre che nelle sponde per i compagni. Inoltre, avrebbe calamitato su di sé l’attenzione dei difensori rivali liberando spazio per gli altri.

Domenica nel derby Inter-Milan ci dovrebbe essere il ritorno di Ibrahimovic, però il rischio di una sua assenza in futuro rimane e senza un sostituto certi problemi si possono ripresentare. Vedremo se la decisione della dirigenza di non rimpiazzare Piatek si rivelerà un errore oppure se non ci saranno conseguenze particolari. Contro il Verona c’è stato un primo assaggio di cosa può succedere senza Zlatan.

Milan-Verona, Rebic parte bene e poi cala: pagelle a confronto