Home Milan News Lupi (ex Milan Primavera): “Daniel Maldini talento vero, non sente pressioni”

Lupi (ex Milan Primavera): “Daniel Maldini talento vero, non sente pressioni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:38

Alessandro Lupi, ex allenatore nel settore giovanile del Milan, ha parlato molto bene di Daniel Maldini dopo il debutto nella prima squadra rossonera del figlio di Paolo.

Daniel Maldini AC Milan
Daniel Maldini (©Getty Images)

Il risultato di Milan-Verona non è stato solo di 1-1, ma quella di domenica è stata comunque una partita speciale. Infatti, nel finale c’è stato l’esordio ufficiale di Daniel Maldini.

Il figlio di Paolo e nipote di Cesare ha giocato alcuni minuti, una grande emozione anche se non ha avuto il tempo di mettersi in evidenza. Adesso sicuramente spera di riuscire a conquistarsi più spazio, anche se non sarà semplice. Infatti, domenica il suo ingresso in campo è stato dovuto soprattutto alle molte assenze in squadra. Vedremo se avrà altre occasioni più in là.

Leggi anche -> Dinamo Zagabria, Mamic: “Dani Olmo non voleva giocare in Italia”

Lupi elogia Daniel Maldini

Daniel Maldini esordio
Daniel Maldini (©Getty Images)

Alessandro Lupi conosce bene Daniel Maldini per averlo allenato nel settore giovanile del Milan. Nel 2017 hanno vinto insieme lo Scudetto nel campionato Allievi, poi hanno lavorato assieme anche nella Primavera.

Intervistato dai colleghi di calciomercato.com, ha rivelato di aver parlato con lui del suo possibile esordio in Serie A: «Assolutamente sì. Gli ho dato consigli, per la sua crescita educativa e calcistica. Lui ci ha sempre creduto, è un ragazzo caparbio. Ha una dote particolare: non soffre la pressione. È un dono innato, non ha mai subito le pressioni per essere figlio di Paolo e nipote di Cesare».

Lupi ha anche spiegato le caratteristiche e le qualità del 18enne giocatore del Milan: «Ha grande tecnica, legge le situazioni di gioco con velocità e prima degli altri. Come si suol dire, ha ‘fibre bianche’, è dotato di esplosività. È un vero talento. Fisicamente era un po’ tardivo, ma negli ultimi tempi si è sviluppato molto sia a livello tecnico che fisico. È un ragazzo educato, ha sempre ascoltato tutti i consigli. Ha qualità per avere un futuro a grandi livelli».

Leggi anche -> Verso Inter-Milan: incertezza sulla presenza di Conti