Home Milan News Bennacer: “Vinciamo a Torino senza Ibra e Theo, sarà più bello”

Bennacer: “Vinciamo a Torino senza Ibra e Theo, sarà più bello”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:40

Bennacer si confessa a MilanTv. Il centrocampista torna a parlare del derby e del pari contro la Juventus, analizzando la sua crescita stagionale

Bennacer Ismael
Ismael Bennacer (©Getty Images)

Ismael Bennacer è tra i protagonisti della rinascita del Milan. Dopo un avvio di stagione complicato, passato spesso in panchina, il calciatore ha letteralmente svoltato sotto la guida tecnico di Stefano Pioli. L’ex Empoli si è preso il centrocampo, diventando uno degli idoli di San Siro, che lo apprezza perché riesce ad abbinare qualità e quantità.

Bennacer è intervenuto ai microfoni del canale tematico del club ‘Milan Tv’ per analizzare il momento suo e della squadra: “Dai tutto in campo? Sì, se avete queste sensazioni io sono contento perché corro per il campo col cuore. Io lo faccio veramente per la squadra quindi sento un piacere. San Siro? Quando gioco sono dentro la partita e non sento quando loro cantano ma certo che quando recupero palla e sento i tifosi urlare mi aiuta tanto sul campo”.

Impossibile non parlare della sfida alla Juventus di ieri sera, in cui il Milan avrebbe meritato un altro risultato: “Abbiamo fatto una bella partita ma non abbiamo vinto quindi ci è mancato qualcosa – ammette Bennacer – Ma usciamo a testa alta, noi giochiamo per uno dei club più grandi. Non dobbiamo mollare mai. Ritorno? Dobbiamo crederci se no non siamo competitivi. Magari sarà ancora più bello vincere a Torino senza giocatori importanti (mancheranno Hernandez, Ibrahimovic e Castillejo per squalifica, ndr.). Dobbiamo dare di più perché la Juve è una grande squadra ma non è impossibile da battere”.

LEGGI ANCHE: LEAO: “IBRAHIMOVIC UN FRATELLO MAGGIORE. VI SPIEGO LA MIA ESULTANZA”

La crescita di Bennacer

Ismael Bennacer
Ismael Bennacer (©Getty Images)

Come detto, la crescita di Bennacer nel corso della stagione è davvero sotto gli occhi di tutti: “Si certo, ora conosco meglio la squadra e ho un po’ più fiducia da parte del mister – prosegue il calciatore – Sto imparando e sto crescendo sul campo e sto facendo sempre meglio. Derby? Penso che una partita si giochi fino alla fine, quindi non dobbiamo mollare mai. Non abbiamo giocato come nel primo tempo e abbiamo perso. E’ così il calcio, dobbiamo tenere tutto quel che abbiamo fatto di positivo”.

La svolta della stagione è arrivata con il cambio di modulo: “Stiamo facendo meglio del 2019. Stiamo provando a far bene con Kessie, per me è uguale giocare a due o a uno. Il centrocampo è la parte più importante in una partita. Primo gol a San Siro? Sarà un sogno ma io gioco tanto per la squadra. Non penso a fare gol, cerco di fare sempre bene, ma prima di tutto devo fare il più possibile per aiutare la squadra”.
E lunedì si torna in campo con il Torino: “Dobbiamo recuperare bene, dobbiamo essere pronti per questa partita importante”.

 LEGGI ANCHE: SUSO E L’ADDIO DOLOROSO AL MILAN