Home Calciomercato Milan Retroscena Bennacer: l’Arsenal poteva strapparlo al Milan

Retroscena Bennacer: l’Arsenal poteva strapparlo al Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:59

Calciomercato Milan | Ismael Bennacer poteva finire all’Arsenal. I gunners avevano la possibilità di ingaggiarlo a giugno.

Ismael Bennacer Torregrossa Brescia Milan
Ismael Bennacer ed Ernesto Torregrossa (©Getty Images)

Ismael Bennacer poteva essere un giocatore dell’Arsenal. O meglio, già lo è stato in passato per un breve periodo. Ma è fuoriuscito un retroscena di mercato interessante.

Il centrocampista del Milan, oramai punto fermo della linea mediana di Stefano Pioli, poteva dunque finire nuovamente ai Gunners durante l’ultima sessione estiva di calciomercato.

Secondo Calciomercato.com la società inglese poteva ingaggiare Bennacer sfruttando una clausola sul suo contratto. L’Arsenal aveva l’opportunità di riprenderlo pareggiando l’offerta fatta dal Milan per strapparlo dall’Empoli.

LEGGI ANCHE: SCELTO L’ARBITRO DI FIORENTINA-MILAN

Arsenal, il retroscena su Bennacer. Se avesse pareggiato l’offerta…

La dirigenza inglese, dopo aver appreso dell’offerta da 16 milioni di euro del Milan per Bennacer, ha pensato di intervenire per pareggiare il tutto.

L’Arsenal però ha deciso di non investire sull’algerino, nonostante fosse stato eletto migliori giocatore della Coppa d’Africa 2019, vinta proprio dalla sua Nazionale del Maghreb.

Pare che la società britannica avesse deciso di puntare su calciatori già all’interno del club inglese. Come Lucas Torreira e Granit Xhaka, mediani che tra l’altro erano sul taccuino di diversi club internazionali.

Non è un caso che Xhaka a gennaio abbia scelto di cambiare maglia, non trovandosi più fedele al progetto Arsenal. Un rimpianto per i Gunners forse non aver puntato su Bennacer?

Ormai la squadra inglese non ha più a che fare con Bennacer. E’ scaduta infatti la prelazione sul pareggio dell’offerta. Il Milan può dunque stare tranquillo e godersi il centrocampista classe ’97, che sta disputando una stagione tutto sommato positiva e promettente.

Intoccabile e con una valutazione in netta crescita. Il Milan del futuro, a prescindere dalla guida tecnica, ripartirà dall’ex Empoli.

LEGGI ANCHE: VLAHOVIC O CUTRONE, BALLOTTAGGIO IN FIORENTINA-MILAN