Home Calciomercato Milan Milan, futuro Ibrahimovic e Donnarumma: conferme complicate

Milan, futuro Ibrahimovic e Donnarumma: conferme complicate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44

Calciomercato Milan | Due calciatori fondamentali in casa rossonera non sono così certi di restare anche l’anno prossimo.

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma
(©Getty Images)

Il pareggio di Firenze allontana nuovamente il Milan dalla zona Champions League. I rossoneri, in attesa del recupero di Atalanta-Sassuolo, avrebbero potuto sabato sera accorciare le distanze.

Per l’ennesima volta i rossoneri si sono fatti rimontare nel momento topico del match. Un hara-kiri che pregiudica l’avvicinamento alla zona europea, e che complica anche i piani futuri del club.

Come riportato da Sportmediaset, il Milan senza accesso alla Champions rischia di dover fare i conti con alcune cessioni inevitabili, soprattutto quelle di calciatori che ad oggi sono considerati fondamentali.

LEGGI ANCHE: MILAN-RANGNICK, PRIMA BOZZA DI ACCORDO

Milan, senza Champions è dura trattenere i ‘big’

Il primo a poter lasciare Milanello senza qualificazione alle competizioni europee potrebbe essere Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese ha firmato un contratto fino a giugno prossimo e, l’eventuale rinnovo fino al 2021, potrà scattare automaticamente solo con l’approdo in Champions League.

Ibra potrebbe dunque veder scadere il proprio accordo tra circa quattro mesi. E non solo, sarebbe proprio lui a decidere di non rinnovare con il Milan, perché forse poco attratto dall’idea di chiudere la carriera in un club prestigioso ma ormai lontano dalle zone alte della classifica.

Molto dipenderà anche dai buoni uffici di Mino Raiola, agente tra l’altro anche di Gianluigi Donnarumma. Pure la situazione del portiere classe ’99 sarà molto intricata alla fine di questo campionato.

Il portiere ha un contratto fino a giugno 2021, dunque urge trovare l’accordo per il rinnovo. Ma senza obiettivi concreti e altisonanti, Donnarumma potrebbe rifiutare tale ipotesi e cominciare a fare le valigie per la prossima estate.

Insomma senza Champions i due attuali perni del Milan possono lasciare il club tra qualche mese. Un ridimensionamento evidente che sicuramente non farà piacere ai tifosi rossoneri.

LEGGI ANCHE: GALLIANI E IL SUO AMORE ENORME PER IL MILAN