Calciomercato Milan, occasione Forsberg: ecco quanto costa

Il Lipsia è pronto a cedere Emil Forsberg: l’esterno svedese classe 1991, più volte accostato al Milan, ha una valutazione di 20 milioni di euro.

Emil Forsberg
Emil Forsberg (©Getty Images)

Emil Forsberg può finalmente lasciare il Lipsia e la Germania. L’esterno svedese classe 1991 è da tempo intenzionato a intraprendere una nuova avventura e in passato non ha nascosto il desiderio di giocare in Serie A. Il suo Lipsia sta letteralmente stupendo tutti sia in Bundesliga che in Europa ma Forsberg ha perso con il tempo il ruolo centrale che ha sempre avuto. Ultimamente ha cos’ scaldato spesso la panchina e nei due match più importanti, in campionato contro il Bayern (zero minuti) e in Champions League contro il Tottenham (solo sette minuti) non ha praticamente mai giocato. Un chiaro segnale questo di come le cose stiano cambiando.
Forsberg in questa stagione, non proprio totalmente da protagonista, è comunque riuscito a realizzare ben 9 gol e 4 assist. Un bottino niente male che fa tenere alta la guardia degli osservatori di calciomercato nei suoi confronti.

LEGGI ANCHE: CALCIOMERCATO MILAN | WILLIAN NON RINNOVA, MALDINI RIFIUTA L’AFFARE

Concorrenza inglese

Leonardo Bonucci Emil Forsberg
Leonardo Bonucci ed Emil Forsberg (©Getty Images)

Il calciatore piace soprattutto in Premier League, dove in passato è stato accostato a Tottenham e Manchester United, ma attenzione alla pista italiana: Forsberg, infatti, è stato un nome buono per il calciomercato del Milan e potrebbe tornare presto di moda.
Il prezzo fissato dal Lipsia per il suo acquisto – come riporta ‘SportBild’ – è infatti relativamente basso: per soli 20 milioni di euro Forsberg può diventare un nuovo giocatore rossonero.
Ovviamente ci sarà da battere la concorrenza di squadre importanti ma il Milan potrebbe avere dalla sua parte una carta importante da giocarsi per convincere il calciatore: stiamo parlando del connazionale, Zlatan Ibrahimovic, che se dovesse prolungare il suo contratto, diventerebbe certamente un buon motivo in più per dire sì ai rossoneri. Il Milan con Ibra, d’altronde, è tutta un’altra storia.

LEGGI ANCHE: MUSACCHIO, FUTURO AL MILAN DA SCRIVERE: CAMBIANO LE GERARCHIE