Il metodo Rangnick: le punizioni inflitte ai suoi calciatori

Ralf Rangnick allenatore e gestore piuttosto severo. Ecco le modalità di punizione nei confronti dei calciatori con cattivi atteggiamenti.

Ralf Rangnick
Ralf Rangnick (©Getty Images)

Un tipo tosto, con idee precise di calcio ma anche regole di comportamento da seguire.

Il Milan sta cominciando a studiare il profilo di Ralf Rangnick, tecnico e talent-scout tedesco che sembra essere l’uomo scelto da Ivan Gazidis per incominciare un nuovo progetto sportivo.

In molti conoscono e ammirano i successi sul campo di Rangnick, capace di portare il Lipsia dall’anonimato ai vertici del calcio tedesco ed internazionale.

Ma l’emittente ESPN ha svelato il particolare metodo di punizioni inflitte in passato ai suoi calciatori, un modello originale per far rispettare le regole ed evitare comportamenti fuori luogo dai professionisti.

LEGGI ANCHE: EURO 2020 A RISCHIO PER IL CORONAVIRUS

Calciatori vestiti da principesse? Ecco le punizioni di Rangnick

Niente multe o sanzioni. Rangnick ha sempre adoperato in maniera diversa per punire i comportamenti sbagliati. Spunta una sorta di dodecalogo chiamato ‘La Ruota della sfortuna’, ovvero i provvedimenti per far comprendere errori e gaffe ai propri tesserati.

Si passa dai lavori più umili, come il gonfiare i palloni, fino ad alcune situazioni buffe, come fare i bar-man d’eccezione o vestirsi da principesse all’allenamento.

Queste le 12 punizioni che potevano essere comminate ai calciatori dal mister tedesco:

  • Assistente per i palloni: gonfiare i palloni, portarli sul campo e pulirli – 30 minuti per sessione.
  • Assistenza agli allenatori dell’Academy: allenare, con il tecnico di riferimento, una delle squadre giovanili del club, in una giornata libera dagli allenamenti con la Prima Squadra – 4 ore.
  • Guida turistica per lo stadio: illustrare ai partecipanti dei tour guidati cosa c’è nello stadio, dagli spogliatoi alle tribune, ecc. – 1 ora.
  • Avere fortuna: nessuna punizione.
  • Curatore del verde: tagliare e prendersi cura del prato del campo di allenamento – dalle 4 alle 6 ore entro una settimana di allenamento.
  • Principessa: vestirsi di rosa o con un tutu da ballerina durante l’allenamento – 90 minuti.
  • Barman: miscelare le bevande prima dell’allenamento, riempire tutte le bottiglie e le borracce – 20 minuti per sessione per una settimana.
  • Fanshop: lavorare nello store ufficiale del club – 3 ore.
  • Servizio di cucina: servire le insalate nel bar del club e pulire i tavoli almeno – 30 minuti al giorno.
  • Addetto ai kit di allenamento: prendersi cura del materiale sporco e pulire gli scarpini dei compagni – 30 minuti.
  • Bus della squadra: caricare l’autobus della squadra delle borse dei compagni e con il materiale da portar via in occasione delle gare in trasferta – 1 ora e mezza;
  • Regalo per gli impiegati: acquistare dei pensierini per tutti i 60 membri dello staff del RB Lipsia.

LEGGI ANCHE: JUVE-MILAN, SI GIOCA A PORTE CHIUSE