Maldini-Boban, questione di ore: è addio Milan

Paolo Maldini e Zvonimir Boban dicono addio al Milan. Ma non lo faranno a fine stagione come si pensava inizialmente. L’uscita, piuttosto, è attesa a brevissimo. 

Paolo Maldini e Zvonimir Boban
Paolo Maldini e Zvonimir Boban (©Getty Images)

Milan, è finita l’avventura dirigenziale di Paolo Maldini e Zvonimir Boban. Ma non si aspetterà il finale di stagione come da logica. La separazione, piuttosto, come rivela La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, avverrà nell’immediato data una situazione ormai insostenibile.

Non ci sarà nessun incontro tra le parti, nessun chiarimento faccia a faccia come richiesto dal Cfo rossonero. Elliott ha già deciso e lo ha fatto a modo suo. La separazione pertanto potrebbe arrivare già in giornata o al massimo dopo Juventus-Milan di domani. Ma il percorso è inderogabilmente tracciato e non si tornerà indietro.

LEGGI ANCHE: CHI E’ RALF RANGNICK, IL TECNICO SCELTO DA ELLIOTT 

Milan, Boban e Maldini ai saluti

Fiducia e pieni poter a Ivan Gazidis: è questa la decisione della proprietà. Con l’amministratore delegato che ha scelto Ralf Rangnick come prossimo tecnico rossonero, all’insegna di una filosofia proiettata sui giovani. E la famiglia Singer è in piena sintonia con l’amministratore delegato milanista.

LEGGI ANCHE: RALF RANGNICK: COME GIOCA E MODULO PIU’ UTILIZZATO 

In uscita c’è anche il Ds Frederic Massara. Licenziamento o dimissioni che siano (con la seconda possibilità più difficile), il ribaltone ci sarà. A far scatenare il tutto, ovviamente, è stata la recente intervista di Boban. Gazidis aveva provato a minimizzare e abbassare i toni, ma l’area tecnica, ormai esausta, ha deciso di aprire il vaso di Pandora.

Ora è solo questione di tempo. Boban è fuori da questo Milan e Maldini pure. Si aspetta appena l’exit strategy da una parte e dall’altra, ma non c’è più niente da dirsi e non ci sono possibilità di un ripensamento. Per il Milan scatta dunque l’ennesimo anno zero, il quale non riguarderà solo la dirigenza e allenatore ma comprenderà anche diversi calciatori. Giocatori legati a due figure speciali e il cui futuro adesso potrà cambiare con questa rivoluzione in arrivo.

LEGGI ANCHE: ECCO I TALENTI SCOPERTI DA RANGNICK