Gazzetta – Milan, possibile convivenza Rangnick-Pioli: lo scenario

Milan, convivenza tra Ralf Rangnick e Stefano Pioli? Come riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, sullo sfondo ci sarebbe anche un clamoroso scenario in tal senso. 

Ralf Rangnick Milan
Ralf Rangnick (©Getty Images)

Ancor prima che la stagione finisca, e senza sapere nemmeno gli esiti, il nuovo Milan di Ivan Gazidis ha già tracciato la strada. Sarà Ralf Rangnick la nuova guida rossonera, con un contratto triennale e con opzione per un quarto anno. L’intesa è blindata e prevede anche una penale in caso di mancato deposito del contratto a partire dal 1 luglio.

LEGGI ANCHE: CHI E’ RALF RANGNICK, IL TECNICO SCELTO DA ELLIOTT 

Milan, così è nata l’idea Rangnick

E’ tutto praticamente pronto, quindi. L’idea di ripartire dal manager tedesco, nonché mago delle rivoluzioni, è nata a Londra nel quartier generale della famiglia Singer. Sarebbe stato proprio Gordon, figlio di Paul e grande appassionato di calcio, a decidere di voltar pagina risolvendo così la questione interna.

E’ nella capitale inglese, dunque, che è nato il nuovo Diavolo. Lì dove sono avvenuti anche i primi segretissimi summit con il tecnico teutonico. Oltre che i risultati ottenuti in Bundesliga, hanno avuto un peso anche le ottime referenze arrivate dai piani alti della Red Bull.

Lì è stato infatti segnalato soprattutto per la capacità di dar vita a progetti a lungo termini e nel rispetto delle esigenze aziendali, il che si sposa perfettamente con la politica dei costi contenuti. In Germania per esempio, alla guida del Lipsia, si accontentò di un ingaggio base con un bonus a promozione avvenuta e per poi meritare un maxi aumento.

LEGGI ANCHE: RALF RANGNICK: COME GIOCA E MODULO PIU’ UTILIZZATO 

Convivenza Rangnick-Pioli?

L’obiettivo sarà la Champions League, e per raggiungerla Rangnick avrà carta bianca e sarà probabilmente affiancato da uomini di fiducia che conoscono bene il contesto italiano. Ma attenzione anche a possibili sviluppi e colpi di scena legati alla panchina.

Perché come riferisce La Gazzetta dello Sport, non è così da scartare una convivenza tra Rangnick e Stefano Pioli in caso di un finale in crescendo. Come rivela a sorpresa il quotidiano, è un’ipotesi da non trascurare. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, il 54enne emiliano potrebbe anche guadagnarsi la fiducia del nuovo plenipotenziario.

Nel caso Pioli resterebbe in panchina e Rangnick seguirebbe i passi da manager dall’alto. Altrimenti, in caso di finale non positivo o più semplicemente di altre scelte maturate, il 61enne di Backnang svolgerebbe normalmente il doppio ruolo di allenatore-manager come è già da piani attualmente.

LEGGI ANCHE: ECCO I TALENTI SCOPERTI DA RANGNICK