Bakayoko: “Milan e Chelsea non contavano su di me”

Tiemoué Bakayoko ha fatto ritorno al Monaco, dopo non essere stato riscattato dal Milan e non essere stato confermato dal Chelsea. È felice nel Principato, punta a riconquistare la Nazionale.

Tiemoue Bakayoko Milan
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

Tiemoué Bakayoko è un giocatore che ha lasciato buoni ricordi al Milan, dove è rimasto per una sola stagione. L’elevato costo del suo riscatto ha impedito che il prestito diventasse un acquisto a titolo definitivo.

Il club rossonero avrebbe dovuto investire circa 35 milioni di euro, ma il bilancio non permetteva tale spesa. Il centrocampista francese è rientrato al Chelsea, dove Frank Lampard ha fatto presto capire di non puntare su di lui. Verso la fine del mercato estivo si è concretizzato il ritorno al Monaco, che lo ha preso in prestito con diritto di riscatto.

LEGGI ANCHE -> Bjelica: “Dani Olmo, offerta migliore dal Milan. Ha preferito il progetto Lipsia”

Bakayoko su Milan, Chelsea e Gattuso

Bakayoko è un titolare nel Principato e lo sarebbe stato anche al Milan, dove molti tifosi lo rimpiangono. In un’intervista concessa a RMC Sport gli è stato chiesto della sua mancata permanenza in rossonero o al Chelsea. Ha così risposto: «Non sono l’unico a decidere. Avevo la sensazione che non contassero veramente su di me».

Ha replicato anche in merito al rapporto con Gennaro Gattuso, allenatore con il quale non è sempre filato tutto liscio: «Avevamo un rapporto non così negativo. Se è un allenatore strano? È speciale. Ha tanto carattere, era interessante stare con lui. Sono contento di aver condiviso la mia esperienza in Italia con Gattuso».

Adesso Bakayoko punta a riconquistare la nazionale francese. Giocando con continuità e con un buon rendimento può guadagnare la convocazione dal commissario tecnico Didier Deschamps.

LEGGI ANCHE -> Gazidis, servono risultati: Elliott dà fiducia, ma non incondizionata