Hitzfeld: “Rangnick visionario. Vorrà il doppio ruolo”

Il parere di Ottmar Hitzfeld, noto allenatore tedesco, riguardo al possibile arrivo al Milan di Ralf Rangnick, suo connazionale.

Ottmar Hitzfeld
Ottmar Hitzfeld (Getty Images)

Oggi la Gazzetta dello Sport ha interpellato un importante e vincente allenatore tedesco, ovvero Ottmar Hitzfeld, per un’intervista esclusiva.

L’idea è quella di parlare di Ralf Rangnick, altro tecnico di origine germanica, primo nome per la panchina del Milan del futuro. Hitzfeld lo conosce molto bene, lo ha addirittura elogiato come uno dei personaggi più influenti per la rinascita del calcio tedesco.

LEGGI ANCHE -> IL DISCORSO DI GAZIDIS ALLA SQUADRA

Se il calcio tedesco è cresciuto tanto negli ultimi decenni – ha ammesso Hitzfeld – gran parte del merito è proprio di Rangnick. Lo considero un visionario, ha portato idee interessanti e pratiche. Ha fatto bene a tutto il movimento. Al Milan lo vedrei bene, però bisogna dargli spazio e fiducia. Conoscendolo immagino che voglia fare sia il direttore sportivo che l’allenatore“.

L’ex tecnico del Bayern Monaco però ha parlato anche di un possibile cruccio: “Ralf ama far pervenire la sua filosofia non solo alla squadra, ma al club in generale. Ma senza saper parlare la lingua non sarà facile, avrà bisogno di tempo e pazienza. Anche di tanto appoggio. Se sta già studiando l’italiano? Sarebbe un bel segnale, partirebbe già con un vantaggio”.

LEGGI ANCHE -> MALDINI-RANGNICK, CONVIVENZA IMPOSSIBILE