Leao: “Felice e grato al Milan. Ibra? Non ho paura, vuole aiutarmi”

Rafael Leao torna al momento in cui è arrivato il Milan a bussare alla sua porta. L’attaccante portoghese parla anche del rapporto con Zlatan Ibrahimovic.

Rafael Leao AC Milan
Rafael Leao (©Getty Images)

Non decolla la stagione di Rafael Leao. L’attaccante portoghese sembrava poter finire sotto l’ala protettiva di Zlatan Ibrahimovic e crescere con lui ma così non è stato. Stefano Pioli, infatti, lo ha messo in panchina, dando spazio a Rebic.

L’ex Lille – in un’intervista a ‘Calcio2000’ – è tornato a quest’estate, al momento in cui è arrivato il Milan a bussare alla sua porta: “Onestamente all’inizio non ci ho creduto – ammette il calciatore – Poi però, quando ho parlato con Maldini, una leggenda rossonera e del calcio mondiale, che ha vinto tantissimi titoli, ero felicissimo. Incredibile aver ricevuto la chiamata del Milan, è stato un altro di quei momenti che non scorderò mai. Mi trovo benissimo e sono orgoglioso di far parte di questa squadra e di poter giocare con questi colori. Sono felice e grato al Milan che ha puntato su di me”.

LEGGI ANCHE: KAKA, SEI ANNI FA ULTIMA PARTITA E GOL IN CHAMPIONS | VIDEO

Fattore Ibra

dove vedere milan verona
Zlatan Ibrahimovic esulta coi compagni in Milan-Torino (©Getty Images)

 

Leao si sofferma a parlare sul rapporto con i compagni ma in particola modo con Ibrahimovic: “Mi sono trovato bene con Bennacer, Paquetà, Kessiè e Calhanoglu che mi hanno aiutato e mi aiutano tutt’ora. Poi, sicuramente, anche Ibra. Da quando è arrivato, mi dà preziosi consigli. Non ti fa paura quando ti rimprovera? No, non la vedo in questa maniera. So perfettamente che mi vuole aiutare a crescere e migliorare. Sono sicuro che, ascoltando i suoi consigli, farò sempre meglio. Potermi allenare con lui tutti i giorni è un grande vantaggio”.

LEGGI ANCHE: NAPOLI, IDEA CALHANOGLU: PIACE MOLTO A GATTUSO