Maldini-Gazidis, contatti costanti. Elliott non vorrebbe perdere Paolo

Paolo Maldini e Ivan Gazidis parlano con regolarità degli aspetti sportivi del Milan, ma ancora non del futuro della bandiera rossonera. Il fondo Elliott spera che rimanga in società.

Ivan Gazidis Paolo Maldini
Ivan Gazidis e Paolo Maldini (©Getty Images)

Se il futuro di Zvonimir Boban è già stato definito, con l’addio al Milan, invece quello di Paolo Maldini rimane in bilico. La sua permanenza nel club oltre il termine della stagione appare improbabile, ma non impossibile al 100%.

Oggi Tuttosport spiega che Elliott Management Corporation, fondo americano proprietario del Diavolo, non vorrebbe perdere la leggenda rossonera. Tale scenario può diventare possibile solo in caso di mancato arrivo di Ralf Rangnick. In Germania hanno scritto che il 61enne tedesco ha rifiutato l’offerta e che non approderà a Milano per fare l’allenatore e il direttore tecnico.

LEGGI ANCHE -> Gazidis uomo solo al comando: futuro del Milan nelle sue mani

Maldini rimarrà al Milan?

Maldini in due diverse occasioni ha detto che Rangnick non era un profilo da Milan. Ci sono stati dei contatti concreti tra Ivan Gazidis e l’attuale Head of Sport and Development Soccer della Red Bull, ma rimane da capire se un accordo esiste e le smentite siano solamente di facciata oppure se effettivamente il tedesco sia lontano dall’arrivo in Italia. Il suo agente ha ammesso contatti e negato una collaborazione.

È sempre Tuttosport a spiegare che i contatti tra Gazidis e Maldini sono frequenti, anche perché ci sono aspetti sportivi da discutere in questo periodo. Dalle decisioni della Lega alla sospensione degli allenamenti fino al monitoraggio del lavoro casalingo che è stato dato ai calciatori. Il faccia a faccia per discutere della permanenza o meno di Paolo non è ancora avvenuto, ma non dovrebbe tardare troppo.

LEGGI ANCHE -> Ibrahimovic-Milan, il rinnovo verrà discusso a fine stagione