Gravina: “Serie A può ripartire il 3 maggio”. Ipotesi porte chiuse

Altro annuncio del presidente FIGC: Gravina punta a ricominciare ad inizio maggio, ma con alcune condizioni precise.

Gabriele Gravina
Gabriele Gravina (©Getty Images)

Continuano a fuoriuscire indiscrezioni e rivelazioni sul futuro del campionato di Serie A. Il presidente federale Gabriele Gravina ha oggi aggiornato sulla situazione.

Il numero uno della FIGC, ospite di Radio Punto Nuovo, ha seguito l’indicazione del Ministro Spadafora che ha indicato il 3 maggio come possibile data di ripartenza del campionato.

Stiamo lavorando con le istituzioni per quella data – ha ammesso Gravina – Anche perché l’Europeo è stato ufficialmente spostato al 2021 e abbiamo un range di tempo ben preciso per concludere i campionati”.

Non è però una data certa: la Serie A potrebbe ancora slittare: “Non è detto il 3, possibile che si slitti anche al 10 o al 17 maggio, ma a quel punto si dovrà sforare. La volontà è comunque di portare a termine il campionato”.

Nonostante manchi ancora un mese e mezzo all’eventuale ripresa del torneo, si continua però a parlare di Serie A a porte chiuse. Difficilmente la FIGC e il Ministero dello Sport daranno l’ok per riaprire gli impianti nazionali all’affluenza pubblica.

LEGGI ANCHE -> ZUCULINI CONSIGLIA: “MILAN, PRENDI RANGNICK”