Milan, rivoluzione a centrocampo: prenotati due talenti internazionali

Cambierà il centrocampo del Milan in vista della prossima stagione. E la società ha già le mani su due giovanissimi centrocampisti di talento.

Red Bull Salisburgo
I giocatori del Salisburgo (Getty Images)

Il centrocampo del Milan è destinato a cambiare volto in vista della prossima stagione. Lo scrive oggi l’edizione del Corriere dello Sport.

Saranno due i sicuri partenti: Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura, entrambi in scadenza di contratto e che difficilmente valuteranno proposte di rinnovo last-minute.

Possibile addio anche per Lucas Paquetà, che finora non è riuscito mai ad esprimersi ad alti livelli. Due o tre partenze di lusso che il Milan dovrà rimpiazzare immediatamente.

LEGGI ANCHE -> IBRA, CHE NUMERI NELL’ULTIMO DECENNIO!

Calciomercato Milan, occhi su due centrocampisti di talento

Il CorSport fa già i nomi di coloro che dovrebbero rimpiazzare i suddetti partenti. Si tratta di calciatori giovani, dinamici e di sicuro avvenire, perfetti per il progetto di Ivan Gazidis.

Il primo è un nome già noto alle cronache milaniste, e non solo. Dominik Szoboszlai, campione in erba di origine ungherese e titolarissimo del Salisburgo.

Una creatura di Ralf Rangnick, che lo ha ingaggiato da giovanissimo e che oggi, dopo due anni in Austria, appare come uno dei migliori centrocampisti di prospettiva del panorama internazionale.

L’altro nome è quello di Imran Louza, mediano francese del Nantes. Il classe ’99 è una vera e propria sorpresa, visto che si è preso con merito una maglia da titolare nell’ultima Ligue 1, facendo accrescere il suo valore economico.

Due profili che farebbero molto comodo al Milan del futuro. Szoboszlai sostituirebbe perfettamente Bonaventura, essendo un centrocampista tecnico e abile in fase offensiva. Mentre Louza potrebbe essere il vice-Bennacer nei piani della squadra rossonera.

Non si parla ancora di trattative o di cifre, ma sicuramente i talent-scout del Milan si stanno muovendo per sondare entrambi i terreni.

LEGGI ANCHE -> PIATEK, SUSO E GLI ALTRI FLOP IN ATTACCO