Lecce-Milan Memories – 5 gennaio 2002: decide la meteora José Mari

Torna la rubrica Milan Memories dopo lo stop del campionato. Ecco il ricordo di una sfida a Lecce con vittoria rossonera.

Lecce Milan Jose Mari
Jose Mari e Albertini (Getty Images)

Lunedì riparte il campionato del Milan. I rossoneri saranno ospiti del Lecce per la 27.a giornata di campionato, la prima dopo il lungo stop per Coronavirus.

La squadra di Stefano Pioli, dopo l’uscita dalla Coppa Italia contro la Juve, giocherà per i tre punti sul campo di un avversario che ha bisogno di ossigeno e di positività in vista della lotta per non retrocedere.

Oggi la redazione di MilanLive.it ricorda un precedente proprio tra queste due contendenti. Una vittoria di misura del Milan arrivata durante la lontana stagione 2001-2002.

LEGGI ANCHE -> UN OBIETTIVO DICE NO AL MILAN

Lecce-Milan, il precedente: vittoria decisa dal bomber di scorta

Il precedente in questione allo stadio ‘Via del Mare’ risale addirittura al 5 gennaio 2002, a più di diciotto anni fa.

La situazione di Lecce e Milan all’epoca era comunque simile a quella attuale. Salentini a caccia di punti per la salvezza, rossoneri in lotta per un posto in Europa.

Ne scaturì una gara tesa e anche molto chiusa. Soprattutto per l’atteggiamento del Lecce, che privo di alcuni calciatori fondamentali preferì rifugiarsi in un 4-5-1 molto difensivo.

Per più di un’ora di gioco il Milan di Carlo Ancelotti faticò a trovare occasioni e giocate fluide. Male Serginho e Shevchenko, mai nel vivo del gioco. Unici pericoli creati dalle palle inattive.

E proprio da un calcio piazzato al 77′ minuto arrivò il gol-vittoria: punizione dalla sinistra di Pirlo e torsione aerea di José Mari. La deviazione dello spagnolo si infilò alle spalle dell’incolpevole Chimenti, regalando 3 punti al Milan.

Una delle poche perle in rossonero di José Mari, meteora iberica che in due anni e mezzo di Milan riuscì a segnare soltanto 5 reti in Serie A.

Vittoria per 1-0 della banda Ancelotti, sofferta ma meritata per lo sforzo profuso nel cercare il successo. Era l’alba del grande Milan che di lì a poco cominciò la cavalcata verso le vette di Italia ed Europa.

Il tabellino del match:

LECCE (4-5-1): Chimenti; Silvestri, Juarez, Popescu, Colonnello (80′ Konan); Giorgetti (54′ Superbi), Piangerelli, Giacomazzi (86′ Savino), Conticchio; Tonetto; Cimirotic. All: Cavasin.

MILAN (4-4-2): Abbiati; Helveg, Costacurta, Chamot, Kaladze; Gattuso, Albertini (90′ Donati), Pirlo (82′ Davala), Serginho (67′ Simone); José Mari, Shevchenko. All: Ancelotti.

Arbitro: Rodomonti di Teramo.

Marcatori: 77′ José Mari.

LEGGI ANCHE -> MILAN, RANGNICK ARRIVA DA SUBITO?