Milan, anche con Maldini è finita comunque: andrà via 

Milan, niente spazio ai ripensamenti nonostante questo super rush finale. Così oltre Stefano Pioli, anche il Dt Paolo Maldini è destinato all’addio. Il dirigente non vuole cambiare idea e posizione: le ultime. 

gazidis paolo Maldini Milan
Ivan Gazidis e Paolo Maldini (foto AC Milan)

Non solo quello di Stefano Pioli, anche il destino di Paolo Maldini è già segnato nonostante questa strepitosa rimonta finale. Lo riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Ma nuove piccole conferme, in realtà, sono giunto ieri sera dal diretto interessato.

Il direttore tecnico milanista, infatti, ha si è pronunciato così sul suo futuro: “Non so se ci sarà spazio per me nel Milan del futuro, ora voglio arrivare bene alla fine della stagione, poi decideremo. E il mio legame con questo club non è in discussione”.

La verità – rivela il quotidiano – è che all’attuale Dt è stato offerto un nuovo ruolo alla Pavel Nedved alla Juventus, posizione che il dirigente difficilmente accetterà. Perché per l’ex capitano si è ormai chiusa un’epoca, e Maldini l’ha capito già al momento del licenziamento di Zvonimir Boban.

Ma a differenza dell’ex Cfo, le parti si saluteranno in serenità. Finire in tribunale non è l’intenzione della leggenda rossonera come assicurano fonte a lui vicine, anche perché la proprietà gli ha proposto di onorare il contratto fino al 2022 comunque vada e qualsiasi cosa decida.

Maldini, raccontano gli amici, si è sentito un po’ isolato in questi ultimi mesi. E il lockdown non c’entra. A far la differenza in negativo sono stati i diversi episodi, dall’allontanamento di Boban fino alle ultimissime nuove voci giunte proprio alla vigilia di una gara delicata come quella di ieri. Vedute e ideologie differenti, e ormai non ci sono più i presupposti per proseguire insieme.

LEGGI ANCHE: SKY – MILAN-TONALI, ARRIVANO AGGIORNAMENTI IMPORTANTI