Il Milan ripensa a Pessina: la strategia per riprenderlo

Quello di Matteo Pessina è un nome abbastanza ricorrente nelle cronache di calciomercato del Milan. Può tornare dall’Atalanta a buone condizioni economiche.

Matteo Pessina strategia Milan
Matteo Pessina e Theo Hernandez (Getty Images)

Nella buona stagione dell’Hellas Verona c’è anche lo zampino di Matteo Pessina, che è riuscito a mettersi in mostra positivamente. Sono 7 i gol segnati in campionato, eguagliato il record di un altro centrocampista scaligero: Pierino Fanna, annata 1984-1985.

Il Milan, che lo ha avuto sotto contratto tra il 2015 e il 2017, lo ha seguito con interesse. Sembra che il giocatore classe 1997 sia apprezzato anche da Ralf Rangnick. Un suo ritorno in rossonero, dopo l’addio di due anni fa nell’operazione Andrea Conti con l’Atalanta, non è escluso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Pioli, niente accoppiata con Rangnick al Milan: lo scenario

Calciomercato Milan – Una clausola per riprendere Pessina

Una clausola specifica può favorire ritorno al Milan di Pessina. Infatti, nell’accordo di cessione all’Atalanta fu stabilito che i rossoneri avrebbero avuto diritto al 50% del ricavato della futura rivendita.

Grazie a tale clausola il Milan può pensare di riprendersi il centrocampista. Di fatto, andrebbero a spendere la metà del prezzo che il club bergamasco fisserà per la sua vendita, quando rientrerà dal prestito all’Hellas Verona.

Il valore del giocatore si aggira sui 12-14 milioni di euro attualmente. Sulle tracce di Pessina c’è pure la Roma, ma se il Milan decidesse di accelerare concretamente sarebbe indubbiamente in vantaggio sulla concorrenza.

Considerando l’ormai sicuro addio di Giacomo Bonaventura, in scadenza di contratto a fine stagione, l’idea di riprendere il centrocampista cresciuto nel Monza potrebbe non essere sbagliata.

LEGGI ANCHE -> Rebic, una clausola pro-Fiorentina ostacola il Milan: i dettagli