BILD – Milan e Rangnick, le tappe della trattativa interrotta

Dalla Germania arrivano i dettagli di una trattativa, quella tra il Milan e Ralf Rangnick, che non ha portato nulla di buono.

Rangnick tappe Milan
Ralf Rangnick (©Getty Images)

Martedì sera il Milan e Ralf Rangnick si sono detti ufficialmente addio. O forse arrivederci. Sicuramente non si legheranno in vista della prossima stagione.

Mesi di trattative, voci, accostamenti e progetti. Tutto interrotto dalla decisione del club rossonero di proseguire con Stefano Pioli e chiudere sul nascere l’avventura di Rangnick a Milanello.

Oggi il noto quotidiano tedesco BILD ha sintetizzato il lungo corteggiamento rossonero, riproponendo le tappe della trattativa.

Milan-Rangnick, 8 mesi di corteggiamenti

Tutto partì circa otto mesi fa: il Milan navigava a novembre in acque tutt’altro che serene. Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, scelse di contattare Rangnick per proporgli un futuro progetto tecnico da lui guidato.

Un’offerta che Rangnick ha considerato subito positivamente. Nei mesi successivi il tedesco ha cominciato a studiare l’italiano, annunciando al gruppo Red Bull di voler accettare la proposta del Milan.

Nel mese di aprile in Germania è circolata la voce della ricerca, da parte del Lipsia e del Salisburgo, di un nuovo direttore generale per rimpiazzare il manager di Backnang.

A maggio Rangnick ha annunciato pubblicamente per la prima volta i contatti con il Milan: “Ho già informato Red Bull, il mio agente sta discutendo con il club italiano”. Intanto i dirigenti rossoneri Boban e Maldini entrano in conflitto con la proprietà per la scelta, portando così al licenziamento del croato.

Anche Zlatan Ibrahimovic non si nasconde: “Rangnick? Non lo conosco, ma lui sicuramente conosce me”. Frasi che non fanno piacere al futuro allenatore rossonero, il quale però è convinto della sua scelta e comincia a pianificare la composizione dello staff ed il budget di mercato.

Il responso definitivo è quello del campo: la Serie A italiana riprende a giugno dopo il lockdown, il Milan di Pioli vince e convince con 23 punti in nove incontri.

Il club milanista decide di rinnovare il contratto di Pioli e lasciar perdere l’affare Rangnick. Il quale resta col futuro in bilico: non è detto che resti a lungo nell’universo Red Bull.

LEGGI ANCHE -> MILAN, IL FUTURO DI GABBIA E PLIZZARI