Tuttosport – La lunga estate di Maldini: tra rinnovi, acquisti e cessioni

Paolo Maldini avrà un’estate molto impegnativa in questo 2020. Il direttore dell’area tecnica ha ben 4 compiti da portare a termine.

Maldini estate piena
Paolo Maldini (©Getty Images)

Fino a qualche settimana fa Paolo Maldini era considerato quasi fuori dal progetto Milan. La cosiddetta ‘linea Gazidis‘ sembrava aver tolto spazio e mansioni allo storico capitano rossonero, pronto a seguire Zvonimir Boban e lasciare il club.

Ma tutto è cambiato nel mese di luglio. Il Milan ha puntato sulla continuità, bocciando l’ipotesi Rangnick in panchina e confermando Stefano Pioli. Di fatto una piccola-grande vittoria per Maldini.

Ora, come sostiene Tuttosport, Maldini ha di fronte un’estate davvero impegnativa, ricca di compiti da portare a compimento per il bene del Milan.

Maldini, i 4 step estivi per fare grande il suo Milan

Saranno quattro le mansioni principali di Maldini da qui fino all’inizio della stagione 2020-2021. In primo luogo dovrà lavorare sui rinnovi contrattuali, una priorità assoluta per il Milan.

C’è da risolvere la questione Zlatan Ibrahimovic, che entro fine agosto dovrà essere convinto a rinnovare almeno per un altro anno. Poi Maldini affronterà le situazioni relative a Donnarumma, Calhanoglu e Romagnoli, anche se con meno fretta del previsto.

Secondo passaggio: le cessioni. Prima di operare in entrata, il Milan dovrà sfoltire la rosa e liberarsi degli esuberi. Non sarà semplice per Maldini piazzare alcuni elementi costosi (vedi Paquetà), ma le strategie sono chiare. Il direttore dell’area tecnica è già al lavoro per cedere elementi come Calabria, Duarte, Laxalt e Rodriguez, tutti fuori dal progetto tecnico.

Poi sarà il turno dei rinforzi. La campagna acquisti sarà gestita in collaborazione col d.s. Frederic Massara, ormai suo fedelissimo. Maldini avrà il compito di rimpolpare difesa e centrocampo del Milan come priorità assolute. Un terzino destro, un difensore centrale e un mediano sono necessari per completare la rosa di Pioli.

Infine, non da sottovalutare la possibilità di trovare le cosiddette ‘occasioni’ di fine calciomercato. Maldini dovrà restare vigile per provare ad arricchire il Milan con calciatori interessanti a prezzi low-cost. Magari un attaccante esterno in più, a meno che non gli riesca il capolavoro Federico Chiesa.

LEGGI ANCHE -> MALDINI, LA STRATEGIA PER AURIER