Galliani: “Volevo Casiraghi al Milan, Braida disse no”

Un altro retroscena di qualche anno fa raccontato da Adriano Galliani riguardo al calciomercato del suo vecchio Milan.

Adriano Galliani Casiraghi
Adriano Galliani (©Getty Images)

Ha fatto quasi scalpore vedere ieri Adriano Galliani ospite dell’Inter, nel centro sportivo della Pinetina.

L’ex dirigente Milan, oggi patron del Monza, ha assistito all’amichevole tra i nerazzurri ed il club brianzolo. Ma ha trovato anche il tempo di un’intervista a Inter TV al fianco di Beppe Marotta, d.g. interista e suo vecchio amico.

Marotta stesso tra il 1987 ed il 1990 ha lavorato come direttore generale del Monza, dunque ha collaborato a distanza proprio con Galliani nei tempi d’oro del Milan berlusconiano.

E’ stata l’occasione per svelare altri vecchi retroscena di mercato. Galliani ad esempio ha svelato di aver trattato un centravanti italiano importante: “Ricordo che parlai con Marotta di Casiraghi, che giocava nel Monza. Ci piaceva sia lui che Marco Simone, all’epoca del Como. Costavano entrambi 10 miliardi di lire, ne potevo prendere soltanto uno. Volevo Casiraghi, ma Braida mi dissuase, preferì Simone che si sposava meglio con Van Basten e Weah”.

Nel 1989 infatti il Milan prese Simone dal Como, mentre Casiraghi passò alla Juventus: “Ci fu un patto di non belligeranza con la Juve – ammette Galliani – Ma devo dire che Gigi mi piaceva molto. Col Monza facemmo altri due affari comunque. Prendemmo i portieri Antonioli e Pinato“.

LEGGI ANCHE -> ITALIA-POLONIA, PROBABILI FORMAZIONI