Un ex juventino punge Ibrahimovic: “Incide solo in Italia”

C’è chi ritiene che Zlatan Ibrahimovic possa incidere come sta facendo nel Milan solo perché gioca in Serie A. Lo pensa Mauro German Camoranesi.

Camoranesi punge Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Incredibile quello che Zlatan Ibrahimovic sta facendo a 39 anni. La stragrande maggioranza dei calciatori alla sua età o si è ritirata oppure gioca a livelli decisamente inferiori.

Invece lo svedese sta incidendo notevolmente nel Milan, cresciuto molto nel 2020 anche grazie al suo ritorno. Non si può negare che abbia avuto un impatto importante a Milanello, dove i compagni lavorano avendo un grande esempio da osservare e seguire per migliorare. Un vero leader in campo e nello spogliatoio, uno capace di motivare il gruppo e e tenere alta la tensione in ogni momento.


Leggi anche:


Camoranesi controcorrente su Ibrahimovic

Mauro German Camoranesi, ex giocatore della Juventus e della Nazionale italiana, in un’intervista concessa a Tuttosport ha così risposto su Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic: «Ronaldo è un extrarrestre pazzesco! Lui e Messi hanno segnato un’epoca alzando l’asticella del calcio moderno con una costanza straordinaria. Fa impressione pensare che CR7 abbia segnato 746 gol. Ibrahimovic fa la differenza in A ma sono convinto che altrove non sarebbe la stessa cosa».

Secondo Camoranesi, non basterà Ibrahimovic al Milan per poter ambire alla vittoria finale dello Scudetto: «Credo che non basterà, la stagione sarà veramente lunga e il Milan non mi sembra abbia le risorse sufficienti per far fronte a eventuali assenze importanti. Comunque i rossoneri e il Napoli di Gattuso, che adoro, li immagino vicino a Juventus e Inter fino alle ultime giornate».

L’ex calciatore vede la squadra di Stefano Pioli competitiva per lottare per la Champions League, non per il tricolore. A suo avviso, Juventus e Inter sono favorite per la conquista dello Scudetto.