Milan, a Napoli tocca a Rebic: Gattuso lo teme

Non solo Zlatan Ibrahimovic. Il Milan ha anche un Ante Rebic pronto a tornare titolare in Napoli-Milan e Gennaro Gattuso ne conosce il valore.

Ante Rebic titolare Napoli Milan
Ante Rebic e Matteo Lovato (©Getty Images)

Domenica sera il Milan va di scena a Napoli e l’obiettivo è, ovviamente vincere. Il successo al San Paolo manca da dieci anni e c’è voglia di rompere il tabù.

Stefano Pioli dovrà rinunciare a Rafael Leao, assente per infortunio muscolare, ma avrà un Ante Rebic con una condizione fisica migliore. Infatti, il croato non è stato impegnato con la sua nazionale e ha potuto lavorare tranquillamente a Milanello.


Leggi anche:


Napoli-Milan: Rebic torna titolare

Napoli Milan ballottaggio Rebic Leao
Ibrahimovic e Rebic (©Getty Images)

Pioli, che causa Covid dovrà seguire Napoli-Milan da casa, lancerà Rebic dal primo minuto. L’ultima volta che è successo risale al 27 settembre a Crotone nella partita nella quale il giocatore si procurò la lussazione al gomito sinistro che lo ha tenuto fuori per diverse settimane.

Contro Udinese e Verona si è rivisto in campo, ma non ancora al 100% della condizione fisica. Al San Paolo dovremmo finalmente vederlo in uno stato di forma non troppo lontano dal top. Proprio contro il Napoli, ma a San Siro, aveva disputato la sua prima partita da titolare in maglia rossonera. Era il 23 novembre 2019 e il risultato finale fu 1-1.

Rispetto a un anno fa, Rebic è un calciatore diverso. Allora non riusciva a incidere e sembrava quasi un corpo estraneo dalla squadra. Da gennaio 2020 c’è stata l’esplosione che lo ha portato ad essere più volte decisivo. 12 gol e 4 assist nelle 23 gare della passata stagione disputate nell’anno nuovo.

L’ex di Fiorentina e Eintracht Francoforte ha grande voglia di tornare ad essere quell’attaccante che decideva le partite. Domenica sera contro il Napoli sarà importante nel suo solito ruolo di esterno sinistro offensivo nel 4-2-3-1. Ci si aspetta molto da lui, ha qualità importanti che possono fare male alla squadra di Gennaro Gattuso. Il mister azzurro sa che non dovrà badare solamente a Zlatan Ibrahimovic, ma studiare contromosse pure per arginare il croato, calciatore che sa essere imprevedibile e fare male.