Bonera: “Fare l’allenatore ti dà adrenalina. Pioli alla base di tutto”

Una bella intervista di Daniele Bonera a Radio 105 per parlare della sua breve ma intensa esperienza da primo allenatore del Milan. 

Daniele Bonera Milan
Daniele Bonera (©Getty Images)

Daniele Bonera ha trascorso due settimane importanti. Dopo la positività di Stefano Pioli e Giacomo Murelli, l’ex difensore è diventato il capo allenatore. Ha preso il posto del mister contro Napoli, Lille e Fiorentina. Per Milan-Celtic, invece, è rientrato Pioli e Bonera è tornato al suo solito ruolo. Ma lo fa con un’esperienza importante alle spalle, anche se breve.


Leggi anche:


Intervenuto a Radio 105, il collaboratore di Pioli ha raccontato l’emozione di queste panchine: “Essere in panchina ti dà un’adrenalina importante, ma è diversa da quella da calciatore. Simile, ma diversa“. Dopo MilanFiorentina abbiamo visto i calciatori con un cellulare in mano in video chiamata con l’allenatore, Bonera racconta: “E’ stato un momento molto bello, poi continuato nello spogliatoio. Siamo un gruppo di uomini e di ragazzi speciali. Prima della Fiorentina ho fatto una riunione e ho detto che mi sentivo fortunato ad essere il loro allenatore. Gli ho detto di giocare come avevamo sempre fatto“.

Il Milan sta ottenendo dei risultati incredibili in questo periodo. I motivi sono tanti e Bonera prova a spiegarli: “L’elenco è lungo. Alla base c’è bravura e preparazione di un allenatore forte e di un uomo grande: è entrato nella testa e nel cuore dei calciatori. Il percorso parte da lontano. Ogni partita è un’occasione per confermarci, ma non bisogna mai abbassare la guardia. Il lavoro quotidiano è la base per questi risultati“.