Gazzetta – Milan-Celtic, pagelle: Calhanoglu illumina, Krunic colpevole

I voti assegnati dalla Gazzetta dello Sport ai calciatori del Milan, dopo la vittoria in rimonta di ieri sera sugli scozzesi.

Pagelle Milan Celtic
Ante Rebic e Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Un inizio shock cancellato da una rimonta vincente. Il Milan supera lo scoglio Celtic Glasgow non senza qualche difficoltà di troppo.

La prova di squadra è comunque da apprezzare, visto che i rossoneri hanno reagito alla grande e annichilito gli scozzesi, nonostante i primi 20′ da panico.

A livello individuale la prova di ieri sera consegna a mister Stefano Pioli diverse certezze assolute, ma anche qualche correzione da fare, sia tattica che tecnica.

Leggi anche:

Le pagelle di Milan-Celtic: bene Calhanoglu, decisivo Donnarumma

Come di consueto la Gazzetta dello Sport ha pubblicato stamane voti e pagelle assegnate ai calciatori del Milan scesi in campo ieri sera.

Palma del migliore in campo a Hakan Calhanoglu. Voto 7,5 per il turco, che prende per mano il Milan dopo l’inizio negativo. La punizione dell’1-2 è la scossa che dà il via alla rimonta.

Stesso alto punteggio per Gigio Donnarumma, decisivo nel tenere a galla il Milan e nell’evitare un nuovo pareggio del Celtic. 7,5 anche per Jens-Petter Hauge, che dopo un primo tempo scialbo si scatena e diventa il match-winner.

Voto 7 per Brahim Diaz, il cambio ideale per i rossoneri nel finale di gara. Pregevole il tocco sotto che inchioda il risultato sul 4-2.

Positive le prove di Kessie, Romagnoli e Castillejo: voto 6,5 per i tre calciatori, con menzione speciale al capitano entrato a freddo per lo stop di Kjaer.

6 pieno per Gabbia (qualche incertezza su Edouard), Theo Hernandez e Tonali, che si impegna ma può e deve fare molto di più.

Infine i bocciati. Voto 5,5 per Dalot che compie un passo indietro nel suo percorso di crescita. 5 pieno a Rebic, tutt’altro che pericoloso. Male Krunic, colpevole su entrambe le reti scozzesi: voto 4 per il bosniaco.