Pioli sfida il maestro Ranieri: “Il Milan come il suo Leicester”

Il maestro e l’allievo: a Marassi stasera sarà duello tra due allenatori che si conoscono molto bene e si stimano da tempo.

Pioli Ranieri Samp-Milan
Claudio Ranieri abbraccia Stefano Pioli (Getty Imges)

A Marassi questa sera si consumerà la classica sfida tra il maestro e l’allievo. La Sampdoria di Claudio Ranieri, veterano del nostro calcio, ospita il Milan di Stefano Pioli.

Come ricordato dalla Gazzetta dello Sport, i due si conoscono da molto tempo e si stimano a vicenda. Basta ricordare che Pioli è stato calciatore di Ranieri ai tempi della Fiorentina.

L’attuale mister blucerchiato si affidò, nella stagione 1994-95, all’esperienza e alla lungimiranza di Pioli nelle vesti di libero per blindare la propria difesa. E non andò affatto male.

Leggi anche > Balotelli, clamoroso ritorno: lo accoglie Galliani

Come detto i due tecnici si conoscono e si stimano molto. Ranieri ha usato parole dolci per elogiare il lavoro di Pioli al Milan: “Merita queste soddisfazioni, ha lavorato con costanza. Il Milan ha fatto benissimo a puntare su di lui, a tenerlo nonostante lo scetticismo”.

Senza paroloni esagerati, Pioli ha ricambiato ieri in conferenza stampa: “Ranieri è stato mio allenatore, mi ha dato una mano nella crescita professionale, l’ho avuto quando ho cominciato a pensare alla carriera da tecnica. Lo stimo, ho tifato per lui quando allenava il Leicester“.

E proprio quell’impresa inglese di Ranieri potrebbe rappresentare un modello per il Milan, a caccia ancora di punti per la fuga: “Una situazione quasi irripetibile, ma che a volte accade come ricordo in Italia per Verona e Sampdoria. Noi come loro? E’ ancora presto, pensiamo partita dopo partita”.