Tonali: “Ho il Milan dentro, puntiamo in alto”

Tonali ammette di non aver avuto un inizio facile al Milan, ma col tempo si è integrato nel gruppo di Pioli e ha grandi ambizioni per il futuro.

Sandro Tonali
Sandro Tonali (©Getty Images)

La coppia titolare a centrocampo è quella composta da Ismael Bennacer e Franck Kessie, ma Sandro Tonali ha comunque trovato spazio in questa stagione. Può dare un importante contributo al Milan.

Normale che ci siano delle difficoltà nel passaggio dal Brescia a una squadra così blasonata come quella rossonera. Cambia tutto e bisogna avere la pazienza di aspettare un giovane giocatore. Finora il centrocampista classe 2000 ha avuto un rendimento sufficiente nel complesso, anche se tutti si aspettano qualcosa in più.


Leggi anche:


Tonali sull’esperienza al Milan

Tonali in un’intervista concessa a Sky Sport ha parlato di come è partita la sua avventura al Milan: «L’inizio non è stato facile – spiega – perché ero stato fermo un mese. Non era semplice riprendere a giocare per una nuova squadra, mi è servito del tempo anche per ambientarmi. Una volta presa confidenza con tutto, è stato più agevole lavorare».

Il numero 8 rossonero ha fortemente voluto il trasferimento a Milano, dato che fin da bambino tifava per il Diavolo: «Giocare per la propria squadra del cuore è stupendo, avevo dentro il Milan da sempre. Essere giocatore è differente dall’essere tifoso. Sono cresciuto».

Elogi per Stefano Pioli, allenatore con il quale si sta trovando bene: «È il capogruppo, ci sta mostrando la strada giusta e noi lo seguiamo. Puoi rimanere anche ore a parlare con lui, ti spiega tutto. Siamo felici di avere un mister così».

Tonali è entusiasta di far parte di un gruppo come quello rossonero: «Era da tanto che non si vedeva un Milan così, è bello farne parte. I numeri sono incredibili, non perdiamo da marzo in Serie A. Il Milan è speciale, al Milan non puoi trovarti male, non è mai successo a nessuno. Le persone che ci sono sono tutte umili».

L’ex talento del Brescia non nasconde l’ambizione per questa stagione : «È alta, è normale sia così dopo questi risultati. Crediamo a determinati obiettivi, con compagni così puoi arrivare a qualsiasi traguardo. Non stiamo tornando il Milan di una volta, ma stiamo dimostrando di essere il Milan».