Pioli: “Leao convocato, Bennacer no”. Castillejo: “Vogliamo vincere”

Stefano Pioli e Samuel Castillejo hanno parlato in conferenza stampa da Milanello nel giorno che precede Sparta Praga-Milan di Europa League.

Pioli conferenza Sparta Praga Milan
Stefano Pioli (foto AC Milan)

Siamo alla vigilia di Sparta Praga-Milan, partita dell’ultima giornata della fase a gironi dell’Europa League 2020/2021. I rossoneri sono già qualificati ai Sedicesimi, quindi questa partita ha valore relativo.

La squadra di Stefano Pioli ha ancora la possibilità di terminare al primo posto il gruppo H, dato che il Lille dista solamente un punto in classifica. I francesi domani saranno impegnati in Scozia contro il Celtic, che all’andata li avevano fermati in Francia ma che sono ultimi a quota 1 nel girone.


Leggi anche:


Castillejo in conferenza pre Sparta-Milan

Oggi dalle 13:45 conferenza stampa a Milanello con protagonisti mister Pioli e Samuel Castillejo. Noi di MilanLive abbiamo seguito tutto in diretta.

Samu ha iniziato parlando del suo rendimento con gol su assist di Ante Rebic: “Non è un caso, già l’anno scorso è capitato a me di fare assist e a lui di fare gol. C’è un bel rapporto dentro e fuori dal campo“.

La sua crescita dopo i problemi fisici: “Non ho fatto la migliore preparazione per i problemi fisici che ho avuto. Adesso sto bene, pronto per aiutare la squadra nel percorso che stiamo facendo. Sono contento, i gol fanno salire la fiducia“.

Il dualismo con Alexis Saelemaekers e gli obiettivi della squadra: “Siamo il Milan, c’è concorrenza con ottimi giocatori e quando sono arrivato era già così. È normale che ci siano calciatori forti, questo ti fa crescere. Obiettivi? Pensiamo partita dopo partita, come dice il mister la più importante è sempre la prossima. Testa a domani. Stiamo facendo una buona stagione e dobbiamo continuare così per raggiungere gli obiettivi“.

Ancora sul dualismo su Saelemaekers e l’atteggiamento con lo Sparta Praga: “Ci sono ottimi giocatori al Milan, cerchiamo di farci trovare pronti per il mister. Domani troveremo una squadra che ci vuole battere, dovremo battagliare. Abbiamo la mentalità vincente e questo non cambierà“.

Pioli in conferenza stampa

Pioli è stato interpellato innanzitutto sul valore del suo gruppo: “Samu ha detto le cose giuste prime, c’è competitività nel gruppo. Ho chiesto alla società di avere più titolari possibili e sono stato accontentato. Importante avere giocatori disponibili e forti. Domani in campo andrà una formazione che vuole vincere“.

Il mister ha confermato che tutti i calciatori sono coinvolti nel progetto e contro lo Sparta Praga ci saranno novità: “Da fuori si può pensare che non tutti siano attori principali, ma tutto il gruppo lavora bene. Sicuramente domani ci sarà spazio per chi è sceso meno in campo e si faranno trovare pronti, abbiamo ottimi professionisti“.

Il viaggio di rientro da Genova con cori in suo onore e il rischio di avere troppa euforia: “Ci prepariamo tanto per vincere, è giusto gioire per le vittorie. Siamo abituati a questi atteggiamenti sul pullman, ma il mattino dopo abbiamo preparato la prossima partita. Vogliamo fare una prestazione da Milan, non c’è euforia ma soddisfazione per le vittorie“.

Le condizioni di Zlatan Ibrahimovic: “Sta meglio, prosegue il suo recupero e vedremo dove ci porterà“.

A che percentuale è il Milan nel suo progetto? Il mister spiega: “Arrivare al 100% è impossibile, nel calcio non ci sono partite perfette. Ci sono situazioni nelle quali migliorare sempre. Le prestazioni comunque sono importanti e sono concentrato sul fatto che siamo ancora così tanto giovani che c’è ampio margine di miglioramento sia individuale che collettivo“.

Pioli ha parlato poi di Rafael Leao: “Sta meglio, è disponibile e sarà convocato. Voglio fargli fare un pezzo di partite, da tre settimane è fuori e spero possa fare uno spezzone“.

Il rendimento di Sandro Tonali, bene a Genova: “Sta proseguendo la sua crescita. Non si deve accontentare, può ancora crescere tanto con le qualità che ha“.

Ha qualcosa da dire a Ralf Rangnick? Il mister replica così: “Non c’è risposta a questa domanda“.

La crescita di Matteo Gabbia: “Giusto sottolinearla, è diventato un titolare del Milan, È giovane ma gioca con personalità“.

Le condizioni di Ismael Bennacer: “Non sarà convocato per domani, ma venerdì penso che lavorerà in gruppo per esserci col Parma“.