Sparta Praga-Milan 0-1, pagelle e tabellino: sorpresa Kalulu, Tatarusanu decisivo

Le pagelle e il tabellino di Sparta Praga-Milan, l’ultima giornata della fase a gironi di Europa League. I voti dei rossoneri.

Sparta Praga Milan pagelle
Diogo Dalot e Jens Petter Hauge (©Getty Images)

Il Milan porta a casa la vittoria e la qualificazione da primo in classifica, vista la contemporanea sconfitta del Lille contro il Celtic. Per i rossoneri decisivo ancora Hauge con un gol nel primo tempo. Da sottolineare la prestazione di Kalulu, schierato a sorpresa da titolare e da difensore centrale.

Una formazione piena di novità quella schierata da Pioli per quest’ultima partita di Europa League. E l’impatto non è proprio positivo, coi padroni di casa che creano qualche pericolo ai rossoneri. Pian piano però il Milan cresce, e soprattutto ha in campo un fenomeno: Hauge prende palla da sinistra, salta facilmente l’avversario e la piazza sul secondo palo. I rossoneri vanno così in vantaggio sullo Sparta e tengono il risultato fino al termine del primo tempo.

Nel secondo tempo il Milan rischia molto poco, con lo Sparta che in fase offensiva fatica a creare potenziali occasioni da rete. I rossoneri provano a colpire in ripartenza, ma Hauge e compagni sprecano diversi contropiede. Un po’ per stanchezza, un po’ per errori nelle scelte. Per fortuna questi errori non incidono sul risultato. Il Milan porta a casa la vittoria e il primo posto in classifica: nel frattempo il Lille perde col Celtic.


Leggi anche:


Sparta Praga-Milan, le pagelle del match

Tatarusanu 7 – Non si fa trovare impreparato su Krejci, una parata importante. E si ripete nei minuti finali con un’altra parata salva risultato! Si riscatta così dopo la brutta prestazione, al debutto, contro la Roma.

Conti 6 – Torna in campo da titolare e da campitano. Nel secondo tempo si dedica molto alla fase difensiva, anche perché il Milan sembra preferire attaccare dall’altra parte.

Kalulu 7 – Prima in assoluto per il francese, da centrale e non terzino (che sarebbe il suo ruolo). E l’impatto è decisamente positivo. Esuberanza fisica, buona padronanza tecnica e senso dell’anticipo.

Duarte 6 – Anche il suo è un ritorno da titolare dopo tanto tempo.

Dalot 6,5 – A parte il match d’andata, lo abbiamo visto sempre molto bloccato in difesa. Stavolta invece, a sinistra, ha la libertà di attaccare e di spingere, e con Hauge si trova davvero bene. Finalmente di nuovo buone sensazioni su questo ragazzo, che ha tanta gamba e tanta tecnica.

Tonali 6 – Quarta partita di fila da titolare. Lavora bene in fase di interdizione e smista sempre bene la palla, ma appare ancora un po’ timido nelle giocate. Sta crescendo, su questo ci sono pochi dubbi.

Krunic 5,5 – Un’altra chance per lui in mezzo al campo dopo l’errore col Celtic.

Castillejo 6 – Nel primo tempo sfiora la rete del 2-0. Punta sempre l’uomo ma non è preciso nella giocata successiva. Come sempre corre tanto e aiuta Conti in fase di non possesso, e questo lo rende sempre una sufficienza meritata.

Maldini 6 – Ottimi i movimenti di Daniel, che si muove spesso fra le linee e viene in contro a prendersi la palla con buona personalità. Ha lavorato bene dal punto di vista tattico, gli manca l’ultima giocata (dal 78′ Kessie sv),

Hauge 6,5 – Giocata spettacolare la sua che porta il Milan sull’1-0: punta l’uomo da sinistra, lo salta e poi piazza sul secondo palo. Davvero una rete notevole, come tutte quelle che ha fatto finora. Durante il resto della partita cerca in altre due occasioni una giocata simile, ma stavolta senza successo. In fase di non possesso è quasi una mezzala, sempre più pronto a ripartire. Buona l’intesa con Dalot che sovrappone (dal 90’+5′  Brahim Diaz sv).

Colombo 5,5 – Una partita difficile per lui, sempre stretto nella morsa dei centrali di difesa. Qualche buona giocata nella protezione nella palla, ma deve migliorare ancora tanto (dal 67′ Leao sv).

Il tabellino di Sparta Praga-Milan

SPARTA PRAGA (3-5-2): Heča; Vitík, Plechatý, Lischka; Wiesner, Sáček, Souček, Karabec, Polidar; Minchev, Plavšić.
A disposizione: Niță, Holec; Moberg-Karlsson, Krejčí, Hanousek, Vindheim, Trávník, Krejčí, Gabriel, Ryneš.

Allenatore: Kotal.

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Conti, Duarte, Kalulu, Dalot; Krunić, Tonali; Castillejo, Maldini, Hauge; Colombo.
A disposizione: A. Donnarumma, Moleri; Calabria, Gabbia, Hernández, Musacchio; Díaz, Kessie, Mionić; Leão, Rebić.

Allenatore: Pioli.

Arbitro: Siebert

Marcatori: 22′ Hauge