Il Manchester United molla il milanista | Dall’Inghilterra: “Sta rinnovando”

Il Manchester United è vicino a rinunciare definitivamente al milanista. Il rinnovo sembra vicino, ed è una notizia che fa felici tutti i tifosi. 

Calhanoglu Manchester United
Kessie, Calhanoglu e Kjaer (Getty Images)

Sono ore di fermento per quanto riguarda un’importante trattativa. Si tratta del rinnovo di Hakan Calhanoglu, uno dei calciatori più decisivi per Stefano Pioli. In questi ultimi mesi si è parlato di una richiesta assurda per prolungare il suo contratto: 7 milioni di euro, la stessa cifra che percepisce Ibrahimovic. No secco del Milan, che si è spinto poco oltre il suo attuale ingaggio.

Le ultime indiscrezioni provenienti da Casa Milan fanno ben sperare: Tuttosport ha parlato di un accordo più vicino, intorno ai 4 milioni di euro. In settimana ci sarà un incontro fra Maldini, Massara e il procuratore del turco. Le due parti proveranno ad avvicinarsi e a chiudere definitivamente la questione. Il Milan ha tutto l’interesse di portarla al termine: non sarà semplice, ma Calhanoglu sembra essersi convinto di voler accettare il rinnovo. Così le squadre interessate a lui dovranno per forza rinunciare.


Leggi anche:


Manchester United, niente Calhanoglu

Il Daily Mail, riportando le indiscrezioni provenienti dall’Italia, dice che il Manchester United dovrà per forza mollare questa pista. Solskjaer era davvero interessato ad Hakan: c’è stato un colloqui durante il calciomercato estivo, ma il calciatore ha rifiutato per poter proseguire la sua esperienza in rossonero. Adesso è in scadenza di contratto a giugno 2021: ci sono stati dei dissidi, ma ora la volontà è quella di chiudere la trattativa e andare avanti.

Un rinnovo troppo importante per il Milan, sotto tutti i punti di vista. Calhanoglu è diventato un calciatore fondamentale, lo è per Stefano Pioli ma anche per Ibrahimovic. I due sono subito entrati in sintonia, in campo e fuori. Stando a queste ultime indiscrezioni, il rapporto fra i due potrà continuare anche oltre il calciomercato di gennaio e, chissà, anche l’anno prossimo. Ma è chiaro che al momento è troppo presto per fare queste valutazioni. L’importante è il presente.