Genoa-Milan 2-2, pagelle e tabellino: Kalulu, errore e gol. Malissimo Leao

Le pagelle di Milan-Genoa, la partita di Serie A di questa sera. Un altro 2-2, dopo quello contro il Parma. Kalulu sbaglia e poi si fa perdonare, Leao è bocciato ancora.

Genoa Milan pagelle
Il Milan esulta (©Getty Images)

Un primo tempo con pochi spunti per Genoa e Milan. I rossoneri fanno la partita con il possesso palla: Castillejo è fra i più attivi, bene anche Rebic che continua però a far fatica sotto porta, male invece Leao che lì a sinistra non riesce ad incidere. La partita si accende nel finale di primo tempo con due occasioni, una per parte: Destro da una parte, Rebic dall’altre. In entrambi i casi non arriva la rete. Finisce così la prima parte di questo match.

La ripresa si apre con la rete del Genoa, ed è il più classico dei gol dell’ex: la firma è di Destro, che in tap-in deve soltanto appoggiare in porta dopo una super parata di Donnarumma. Poco dopo il Milan trova la rete del pareggio con una splendida rete di Davide Calabria, che conferma il suo stato di gran forma. Ma poi è incredibile perché Destro firma anche la doppietta, di testa stavolta, e il Genoa torna avanti. Il Milan si butta tutto in avanti e trova la rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Kalulu! Finisce quindi con un altro 2-2, come col Parma.


Leggi anche:


Genoa-Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5 – Fa un miracolo su Shomurodov, nulla può sul tap-in successivo di Destro. Troppo preciso il colpo di testa dell’attaccante sulla seconda rete. Salva il risultato sulla rovesciata di Scamacca con una super parata.

Calabria 6,5 – Si inventa un gol pazzesco subito dopo quello di Destro. Una rete che conferma la crescita tecnica e mentale di questo terzino, che adesso fa tutto con maggior consapevolezza dei suoi mezzi.

Kalulu 6 – Qualche passo indietro rispetto alle altre due apparizioni prima di questa partita. Evidente l’errore di posizionamento e di tempi in occasione della seconda rete di Destro. Si fa perdonare con la rete del 2-2.

Romagnoli 6 – Partita di autorità quella del capitano rossonero, chiamato a comandare la difesa più delle altre volte. Lavora bene i in anticipo, di piede e di testa.

Dalot 5 – A sinistra ha fatto vedere le cose migliori finora, ma non stasera. L’ex Porto fa fatica a farsi vedere in avanti e in difesa soffre un po’. Non abbiamo ancora visto le sue qualità.

Kessie 6,5 – Domina a centrocampo con il fisico e con il suo ordine in fase di impostazione. Decisivo nei minuti più concitati di partita andando a prendere qualsiasi pallone passasse dalle sue parti.

Tonali 5,5 – Non brilla particolarmente, ma gioca con una buona intensità e smista bene i palloni che gli capitano fra i piedi (dal 77′ Brahim Diaz sv).

Castillejo 5,5 – Sicuramente è fra i più attivi, ma incide comunque poco. Pericoloso nel primo tempo con un sinistro da fuori, ma la palla finisce larga. Come sempre corre tanto, ma negli ultimi metri concretizza sempre poco (dal 53′ Hauge 6 – Sicuramente meglio rispetto a quanto fatto contro il Parma, ma non è ancora ciò che ci si aspetta da lui. Comunque la reazione è positiva).

Calhanoglu 6 – Come sempre è il catalizzatore di tutte le azioni offensive del Mian. Anche lui però non sta incidendo come prima, anche se c’è da dire che lavora tantissimo anche in fase di non possesso. Insomma, non è brillante ma è comunque insostituibile.

Leao 4,5 – Pioli lo schiera titolare a sinistra e non incide. Lo sposta da centravanti con l’uscita di Rebic, e niente ancora. Sbaglia tutto quello che può sbagliare. Una serata storta, l’ennesima. E adesso stanno diventando davvero tante.

Rebic 5,5 – Nonostante la presenza di Leao dal primo minuto, Pioli lo schiera ancora da centravanti. Il suo lavoro è sempre ad alta intensità: si inventa una bellissima giocata poco prima della fine del primo tempo, ma sotto porta sbaglia. Ad inizio ripresa Pioli, un po’ a sorpresa, lo toglie per inserire Leao da prima punta (dal 53′ Saelemaekers 6 – La sua prestazione migliora col passare dei minuti. Si sposta per tutto il fronte offensivo, cerca il dialogo coi compagni e corre tanto. Sufficienza guadagnata, ma bisogna fare ancora di più).

Il tabellino di Genoa-Milan

Genoa (4-4-2): Perin; Goldaniga, Bani, Masiello, Pellegrini; Lerager, Rovella, Badelj, Sturaro; Shomurodov, Pjaca. Allenatore: Maran.

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Dalot; Tonali, Kessie; Castillejo, Calhanoglu, Leao; Rebic. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Orsato

Marcatori: 48′ e 53′ Destro, 52′ Calabria, 83′ Kalulu