Ibrahimovic ancora ko, il Milan deve intervenire | Priorità all’attaccante

Zlatan Ibrahimovic si è infortunato nuovamente stamattina. Adesso è allarme in attacco per il Milan. Serve assolutamente un centravanti puro

Al milan serve il vice Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Si pensava potesse rientrare contro il Sassuolo, domenica. Ma per Zlatan i guai sono soltanto iniziati. Allenamento in gruppo stamattina e nuovo infortunio rimediato. Stavolta si tratta del polpaccio sinistro. A 39 anni è difficile recuperare in fretta anche per Zlatan Ibrahimovic. Non ci sono colpe da attribuire, un calciatore alla sua età comincia a risentire di problemi fisici in maniera più assidua.

Adesso è totale emergenza in attacco per il Milan. Sassuolo e Lazio le due ultime partite rimaste prima della sosta di capodanno, e la squadra sarà orfana dello svedese. Verranno sicuramente impegnati nel ruolo di prima punta Rebic o Leao. Ma le ultime partite giocate dai questi due non fanno ben sperare. Entrambi infatti hanno caratteristiche diverse: sono esterni e preferiscono partire da più lontano.

Adesso la società dovrà porsi due domande e capire che è assolutamente essenziale acquistare un vice-Ibra a gennaio. Innanzitutto perchè non ci sono ricambi adeguati in rosa, e inoltre perchè non si conoscono i precisi tempi di recupero del gigante svedese.


Leggi anche:


I possibili nomi del vice Ibrahimovic

Per dare continuità all’ottima stagione sin qui condotta, Pioli ha bisogno di un centravanti puro, cattivo nel fare gol e capace di aiutare la squadra in ogni situazione. Sarebbe bello se esistesse un gemello di Ibrahimovic, ma così non è. E quindi la dirigenza rossonera si sta guardando intorno per capire chi potrà essere il candidato più adatto a quel ruolo.

Tanti nomi sono passati dal tavolo della società meneghina. Si è parlato tanto di Giroud dal Chelsea; il francese potrebbe essere davvero un’ottima opzione anche perché in scadenza di contratto. Ha un fiuto del gol pazzesco, ma prenderlo non sarebbe così semplice. Soprattutto adesso che il campione del mondo si è sbloccato con i blues.

Altro candidato, altro calciatore in scadenza: è Milik dal Napoli. Un nome caldissimo per il mercato rossonero. Peccato che il Napoli non lo voglia cedere a basso costo (10-15 mln): prezzo eccessivo per un giocatore in scadenza. Ma chissà se di qui a gennaio qualcosa non possa cambiare. Milik è considerato uno degli attaccanti più prolifici in circolazione e dato che De Laurentiis vuole disfarsene, il Milan potrebbe approfittarne. Molti club sono sulle sue tracce, Maldini e Massara potrebbero tentare il colpaccio.

Nuovi candidati

Negli ultimi giorni altre due prospettive sono state accostate al Milan. Una di queste porta il nome di Edouard. Classe 1998, è del Celtic e ha anche segnato ai rossoneri in Europa League a San Siro. Per gli scozzesi ha segnato 72 gol in 146 gare. Numeri da record per un giocatore così giovane. Oltre al talento, il francese ha un contratto in scadenza nel 2022; ciò potrebbe portare la dirigenza scozzese a cederlo ad un costo contenuto. Su di lui anche Arsenal e Leicester. Ma Maldini sembra abbia già avviato i contatti.

Un altro giovane è nel mirino del Milan. Si tratta di Gianluca Scamacca, pronosticato promessa del calcio italiano. Sta dimostrando tanto in questa stagione: per lui sei gol e un assist con il Genoa. Il cartellino del giocatore è in prestito con diritto di riscatto dal Sassuolo, con cui ha un contratto sino al 2023. I rapporti tra gli emiliani e il Milan sono stati sempre ottimi. Parliamo di un profilo giovane e di prospettiva.

Il Milan deve valutare se puntare sull’esperienza o su un talento da coltivare. Ma è necessario investire in un centravanti se si vogliono portare a termine gli obiettivi stagionali.