“Tonali va aspettato, deve crescere”: il consiglio di un ex Milan

Tonali non ha ancora espresso tutto il potenziale, ma il Milan crede in lui. Albertini, ex rossonero, pensa che gli vada dato del tempo.

Albertini su Tonali
Stefano Pioli e Sandro Tonali (©Getty Images)

Sandro Tonali è stato il colpo di maggior “grido” del Milan nell’ultima sessione di calciomercato. Il club ha deciso di investire sul talento cresciuto nel Brescia e si aspetta tanto da lui.

Finora il rendimento è stato nel complesso sufficiente, sicuramente ci si attende qualcosa in più con il passare delle partite. Normale un periodo di ambientamento per un giocatore giovane che viene da una realtà molto diversa. L’importante è migliorare costantemente.


Leggi anche:


Albertini su Tonali e Ibrahimovic

Demetrio Albertini, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha così parlato di Tonali: «Su di lui non cambio idea, deve crescere in consapevolezza e va aspettato. Quando giocavo io si diceva che bisognava concedere un anno di tempo agli stranieri, con un ragazzo di vent’anni deve valere lo stesso concetto».

L’ex centrocampista del Milan ritiene che serva pazienza. Il numero 8 rossonero sboccerà definitivamente, ma gli va dato del tempo. Un’opinione condivisibile, sarebbe un errore emettere giudizi prematuri su un calciatore giovane.

Non è giovane, ma comunque è fondamentale per il Milan: ci riferiamo a Zlatan Ibrahimovic. Nelle ultime partite la sua assenza, come quella di Simon Kjaer, si è fatta sentire. Albertini sullo svedese ha espresso il seguente parere: «Averlo in campo non basta, ma è fondamentale. Come Lukaku per l’Inter. Spero che l’infortunio non riduca la potenza di Zlatan quando tornerà: per un atleta della sua età gli stop fisici possono pesare, non dimentichiamolo».