Calciomercato Milan – Tre acquisti per la Champions | Gli obiettivi

Il Milan nel calciomercato di gennaio 2021 non sarà immobile. Maldini e Massara regaleranno a Pioli dei rinforzi. Ne servirebbero tre almeno.

Calciomercato Milan tre colpi Champions
Paolo Maldini, Stefano Pioli e Frederic Massara (foto AC Milan)

Il Milan ha chiuso il 2020 primo in classifica ed è normale che venga considerato un candidato allo Scudetto. Tuttavia, Stefano Pioli ha ribadito che ci sono squadre come Juventus e Inter che sono più forti.

L’obiettivo del club rossonero è comunque quello di tornare in Champions League, competizione alla quale non partecipa dalla stagione 2013-2014. È passato troppo tempo e c’è voglia di fare ritorno in quella che è stata la casa del Diavolo in passato. La qualificazione rappresenterebbe una vera svolta, dato che la società di via Aldo Rossi vedrebbe aumentare in maniera notevole i propri ricavi grazie ai ricchi premi UEFA. Le conseguenze economiche e sportive sarebbero di grande impatto.


Leggi anche:


Mercato Milan | Tre acquisti da regalare a Pioli

Il Milan nella sessione di calciomercato prevista per gennaio 2021 non starà a guardare. Non bisogna attendersi grossi investimenti, ma Paolo Maldini e Frederic Massara regaleranno a mister Pioli alcuni rinforzi per migliorare l’organico e poter puntare con più decisione agli obiettivi. A nostro avviso sono tre i colpi che la dirigenza rossonera dovrebbe effettuare per avere maggiori chance di conquista di un posto in Champions League.

  • Difensore centrale: vero che c’è stata la scoperta di Kalulu nel ruolo, però Maldini e Massara sono intenzionati a prendere un innesto al centro della difesa. Musacchio dovrebbe partire e anche la permanenza di Duarte è in dubbio, mentre Gabbia probabilmente lo rivedremo a febbraio. Quindi il Milan si regalerà un rinforzo nel reparto. Mohamed Simakan dello Strasburgo sembra essere il nome forte.
  • Centrocampista: la coppia titolare Kessie-Bennacer è già di alto livello e alle loro spalle c’è Tonali con ampi margini di crescita. L’anello “debole” è Krunic, che sembra più adatto a fare la mezzala che a giocare in una mediana a due. Un innesto in mezzo, dotato fisicamente e con una tecnica almeno discreta, aiuterebbe le rotazioni di Pioli.
  • Centravanti: senza Ibrahimovic manca peso in attacco. Rebic e Leao hanno caratteristiche diverse. Il croato si trova molto più a suo agio a sinistra, mentre l’ex Lille potrebbe anche adattarsi da punta ma è ancora troppo incostante nel rendimento e comunque non è un centravanti puro. Un vice Zlatan, seppur lo svedese sia unico, farebbe comodo. Ciò consentirebbe anche di mandare Lorenzo Colombo a fare esperienza in prestito per maturare.