Giampaolo: “Temo impegni ravvicinati, non il Milan”

Marco Giampaolo torna a sfidare il Milan dopo il suo esonero e, in conferenza stampa, dichiara di non temere i rossoneri ma i troppi impegni ravvicinati.

Data e ora ottavi di coppa Italia milan-torino
Marco Giampaolo (©Getty Images)

112 giorni in rossonero prima dell’esonero. Marco Giampaolo torna a fronteggiare il Milan da quel fatidico 8 ottobre 2019, quando neanche la vittoriosa trasferta di Genova ha salvato la panchina del tecnico attualmente al Torino.

Proprio prima della gara ai rossoneri, il tecnico nativo di Bellinzona ha dichiarato di non temere i rossoneri quanto gli impegni ravvicinati, sottolineando comunque la grandezza del Milan.


Leggi anche:


Le parole del tecnico granata

Che Milan troverete?

“Il Milan è forte, ma non mi preoccupa, temo molto più gli impegni ravvicinati. Prima o poi dovevamo incontrare la capolista. 5 gare in 13 giorni sono troppe”.

E’ il momento migliore per affrontarli?

“Anche con le assenze il Milan è molto forte, lo ha dimostrato contro la Juventus. I risultati utili consecutivi indicano che hanno creato un gruppo solido ed affiatato.

Krunic

“Gli auguro di guarire presto dal Covid. L’ho avuto sia ad Empoli che al Milan ed è cresciuto molto. Le esperienze lo hanno fatto migliorare, malgrado gli infortuni. Non verrà da noi, anche se è molto forte.

Belotti

“I giocatori soffrono la fatica, se sarà stanco lo terrò fuori”.