Chi è Otavio, nuova idea del Milan: ruolo e caratteristiche

Milan su Otavio, brasiliano in scadenza di contratto col Porto che può arrivare a parametro zero. Ecco ruolo, caratteristiche e carriera.

Calciomercato Milan Otavio ruolo caratteristiche
Otavio (©Getty Images)

Nelle ultime ore è rimbalzata dal Portogallo la notizia del forte interessamento del Milan per Otavio. Il brasiliano va in scadenza di contratto con il Porto e rappresenta una ghiotta occasione di mercato.

Il quotidiano A Bola ha rivelato che il club rossonero ha già offerto un quadriennale con tanto di bonus da 1,5 milioni di euro alla firma. Il calciatore ha anche altre proposte e ha espresso il desiderio di rimanere in Europa. Il suo attuale club sta provando a rinnovargli il contratto, però non è semplice.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, scopriamo Otavio del Porto

Otavio Edmilson da Silva Monteiro è nato a João Pessoa il 9 febbraio 1995. In patria si è fatto notare nell’Internacional de Porto Alegre, esordisce in Prima Squadra quando non è ancora maggiorenne. Il Porto se ne innamora e decide di acquistarlo a fine agosto 2014. Un investimento da circa 7 milioni.

L’impatto in Portogallo non è dei migliori. Inizialmente viene impiegato nel Porto B, la squadra delle riserve che giocava in Segunda Liga. Nella sessione invernale del calciomercato viene poi ceduto in prestito al Vitoria Guimaraes, formazione della Primeira Liga. Colleziona 11 presenze e un gol. Rimane nella stessa squadra anche nella stagione 2015-2016 ed “esplode”: 6 gol e 9 assist in 29 partite giocate.

Il Porto lo ha ripreso per non lasciarlo più andare via. Il brasiliano con il tempo è diventato un titolare dei Dragoes, con i quali ha complessivamente collezionato 166 presenze con 17 gol e 45 assist. Ha vinto due campionati, due Supercoppe di Portogallo e una Coppa del Portogallo.

Otavio è un trequartista che sta giocare anche da esterno, sia a destra che a sinistra (fascia preferita per poter rientrare sul suo piede destro nelle giocate). Fisicamente non è particolarmente dotato, è alto 1,72 metri, ma è veloce e abile nel dribbling. Possiede grande tecnica e visione di gioco. Poco prolifico a livello di gol, però grande distributore di assist.

Oltre al Milan, anche altre squadre italiane lo tengono d’occhio: Roma e Napoli in particolare.