Dalot: “Vincere lo Scudetto per riportare il Milan in alto”

Diogo Dalot è stato intervistato ai microfoni di Association Press. Il portoghese ha avuto modo di parlare del suo percorso e di quello rossonero

Diogo Dalot intervista milan
Diogo Dalot (©Getty Images)

Diogo Dalot, terzino del Manchester United in prestito al Milan, ha trovato più spazio in campo nelle ultime partite giocate dai rossoneri. Il portoghese, capace di occupare sia la fascia destra che quella sinistra, ha cominciato a mostrare segnali di miglioramento.

Dalot ha parlato delle proprie prestazioni e di quelle dell’intera squadra in un’intervista per Association Press, importante testata americana. Tante le dichiarazioni rilasciate dal portoghese. Di seguito l’intervista completa:


Leggi anche:


SUL MOMENTO AL MILAN E SULLE PRESENZE COLLEZIONATE FIN QUI
Sono una persona sicura di sé stessa. Conosco tutte le mie qualità, so cosa sono in grado di fare, ma se poi non riesci a giocare spesso, questo non basta. Ora sono tornato di nuovo a sentire l’erba del campo, ritrovare la sensazione di giocare le partite, vincere e giocare 90 minuti ed è stato fantastico”.

SULLA POSSIBILITÀ DI VINCERE LO SCUDETTO

Sarebbe più speciale vincere lo scudetto, non per aver battuto la Juve o l’Inter, ma per aver riportato il Milan al top, vincendo il titolo dopo troppi anni. Ci piace questo tipo di pressione. Ci piace avere squadre sotto di noi che ci spingono e ci danno attenzioni pensando: “Ok, se perdete, noi siamo lì”. Ci fa piacere avere queste sfide”.

SULLA FRASE DI MOURINHO: “IL TERZINO GIOVANE MIGLIORE D’EUROPA”

È stata una frase che ho portato con me fino ad oggi. Che l’abbia detta lui è ancora più speciale perché sappiamo tutti che è un allenatore bravissimo, uno dei migliori di sempre e quella frase mi ha dato un po’ più di responsabilità e coraggio”.

SU ZLATAN IBRAHIMOVIC

È molto esigente con noi. È uno dei primi ad arrivare al campo di allenamento a Milanello. E queste cose ci aiutano a capire che dobbiamo essere professionali come lui, perché se vuoi vincere tanto quanto lui, devi farlo per tanto tempo. Questo è un buon modo per vedere se vuoi avere successo nel calcio come giocatore, pensare a come vuoi essere tra 10 o tra 15 anni. È stata una sorpresa piacevole lavorare con Zlatan. Ti può dare fiducia quando pensa che tu ne abbia necessità. Ci dice “Non stai facendo abbastanza per essere a questo livello” e se lo dice lui, bisogna ascoltarlo”.

SUL MANCHESTER UNITED

Ora sono completamente concentrato su quello che sta succedendo qui al Milan. Quando vado a casa e posso riposarmi, riesco a vedere le partite del Manchester United o Porto ed essere felice per loro, perché stanno vincendo e stanno facendo molto bene”.