Calciomercato Milan, nel mirino il figlio d’arte | 30 milioni!

Nuove indiscrezioni sull’interesse del Milan per il figlio d’arte. Il costo della clausola rescissoria è di 30 milioni

Maldini
Paolo Maldini e Frederic Massara (Getty Images)

Il calciomercato è finito e il Milan adesso è con la testa soltanto sulle partite. Paolo Maldini, in attesa di capire come finirà il campionato dei rossoneri, pensa alle possibili mosse in estate. Vi abbiamo parlato del rinnovato interesse per Soumaré del Lille, che potrebbe diventare un obiettivo in sostituzione di Meite, preso dal Torino in prestito con diritto di riscatto.

La società ha mostrato particolare interesse per il mercato francese ma tiene d’occhio anche quello tedesco. Ci sono due calciatori che piacciono particolarmente ai rossoneri, entrambi del Borussia M’Gladbach. Uno di questi è il figlio d’arte, ovvero Marcus Thuram, l’attaccante accostato più volte al Milan nei mesi scorsi. Il problema è la clausola rescissoria, fissata a 30 milioni di euro, come riportato dalla Bild.


Leggi anche:


Thuram, clausola da 30 milioni

Il prezzo è sicuramente elevato ma i rossoneri potrebbero pensarci. In Primavera si lavorerà al rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, che non ha ancora deciso se continuare oppure no. Dalle ultime dichiarazioni sembra che l’intento sia quello di andare avanti; l’eventuale qualificazione in Champions League, poi, alimenterebbe questa possibilità. Ma non è da escludere che lo svedese a fine anno dica basta. Ecco perché il Milan, in un modo o nell’altro, deve già pensare al possibile sostituto. E Thuram piace davvero.

Un altro super talento del Borussia M’Gladbach è Florian Neuhaus. Anche il suo nome nelle scorse settimane è stato accostato al Milan. La clausola rescissoria è più alta: 40 milioni di euro. Parliamo di un talento molto importante che la Germania vuole tenersi stretto. Infatti è il classico nome che, prima o poi, potrebbe vestire la maglia del Bayern Monaco o del Borussia Dortmund, a meno che non si inserisce una grande inglese. Il Milan parte dietro, anche a causa del prezzo altissimo della clausola.